I figli delle donne

Francesca Alleruzzo, 45 anni. Simona Melchionda, 23 anni. Cristina Rolle, 32 anni. Maria Montanaro, Lisa Molino, Daniela Gardoni. E poi le donne delle ‘ndrine calabresi punite perché si sono ribellate agli maschi delle cosche. E poi la ragazza violentata da un militare in Abruzzo qualche settimana fa. Violenze, stupri, barbare uccisioni. Uomini che odiano le donne dopo un rifiuto o solo per possessione.   Li chiamano delitti passionali ma  non si capisce dove possa essere la passione in 20-30 coltellate. Poi c’è lo stalking, quel calvario di oppressione quotidiana dei fidanzati-compagni-mariti-amanti lasciati o rifiutati.

Lo diceva Massimo Troisi in “Ricomincio da tre”: “Ci hanno educato all’onore, al comando”. E oggi questo potere del maschio e della sua mentalità si sta sgretolando. Allora il maschio inizia ad aver paura perché in fondo quella mentalità insiste e persiste nei luoghi di potere, nelle istituzioni.  Quella mentalità che vuole le donne tutte “Olgettine” e ” farfalline”, quella sete di acquisto e consumo dei corpi.   Poi, come quando il potere ha paura e scatena le sue guerre, il maschio arma la propria mano e violenta, uccide, stupra.

Perché accade tutto questo? Perché noi maschi siamo piccoli, piccolissimi. E abbiamo tante paure, mascherate o meno. Siamo cinici, ottusi, violenti e tante volte primitivi.  Qualcuno prova ad essere onesto e a misurarsi ma resta sempre un passo indietro. Me ne rendo conto ogni giorno nel lavoro poiché collaboro con una organizzazione, Legacoopsociali, che ha presidente e vicepresidente donna. Me ne rendo conto nella vita privata, familiare e sociale. Mi rendo conto della loro forza e della nostra estrema debolezza, troppo spesso violenta e assassina. Aveva ragione la grande Mia Martini: noi uomini siamo figli delle donne, ma non siamo come voi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.