19 maggio: lettera ai pubblicisti campani

Ecco come votare alle prossime elezioni Odg in Campania

Ecco come votare alle prossime elezioni Odg in Campania

Ciao collega pubblicista, mi rivolgo a te che sei giornalista a tutti gli effetti. Sono le 9 del mattino e sei già pronto per andare in giro a caccia di una notizia. Lo so, il pezzo di ieri lo hanno ridotto a 1200 battute, tagliando le dichiarazioni della tua fonte. Oggi inizia un’altra giornata sempre per 3-5-10 euro ad articolo. Poi c’è l’ufficio stampa dell’evento da dover preparare. E anche tu pubblicista videomaker, sempre di corsa da un fatto all’altro per catturare le immagini da vendere e se va bene ti pagano 20 euro per un video. E ancora tu pubblicista che dirigi il portale on line facendoti il mazzo 12-14 ore al giorno. E ancora quelli in tv, nelle radio e i tanti, troppi collaboratori che nemmeno sono pagati. A voi, che dopo anni di lavoro senza possibilità di praticantato o che da poco siete iscritti all’elenco, chiedo due minuti del vostro prezioso tempo.

Vi scrivo questa lettera perché ho deciso di candidarmi al consiglio regionale dell’Odg. No, non è stata solo una mia decisione. Il Coordinamento giornalisti precari della Campania ha voluto me e Chiara Di Martino (Odg nazionale) come candidati pubblicisti. Siamo gli unici che svolgono la professione e si sono candidati. Lo so, sentite lontano e inutile l’Odg. Ci passate una volta all’anno (e nemmeno) per quel bollino che costa di 90 euro.  Da quanto tempo non votate? Anzi, ci siete mai andati a votare? Quasi mai, lo so. Quando ho deciso di candidarmi, alcune persone che mi vogliono bene mi hanno detto: “Chi te lo fa fare?”, “Quelli sono voti blindati, perderai nettamente”. Puo’ darsi, ma non hanno capito esattamente quando si vince e si perde nella nostra categoria.  In Campania ci sono 8400 iscritti all’elenco pubblicisti: noi ci rivolgiamo solo a chi veramente svolge la professione e ora vi spiego qual è la posta in gioco.

I giornalisti precari in una manifestazione a Napoli. Saranno candidati alle prossime elezioni per il rinnovo dell'Odg

Il 19 maggio arriveranno avvocati, commercialisti, politici e saltimbanco con quel tesserino. Sono pronte truppe cammellate e telecomandate che voteranno in massa per chi da anni siede sulle poltrone della categoria senza aver fatto nulla.  Le altre due pseudo liste non hanno nemmeno provato a candidare pubblicisti: a loro conviene una complice e conveniente resa. Nei prossimi giorni vi arriverà una mail come fosse un’intimidazione: devi votare questi tre nomi, firmato il vicepresidente dell’Odg (e qualche volta anche candidato alle elezioni politiche). Non farlo, è un sopruso. Loro decideranno chi deve rappresentarti, sì proprio tu che ogni giorno ti smazzi a fare il giornalista. Da loro non sentirai parlare di ciò che potrebbe fare l’Odg della Campania con poco e una buona dose di volontà:

– Aggiornamento su legislazione e deontologia, formazione, assistenza su questioni legali, fiscali e contributive, approfondimento sulla nuova norma del ricongiungimento (la possibilità di poter sostenere l’esame da professionista dal I gennaio 2014) e sulla legge dell’Equo compenso; denuncia dei corsi truffa; stop a nuovi master nella nostra regione e applicazione della Carta di Firenze.

Secondo voi perché non lo hanno mai fatto? A parte tutte le dietrologie, gli ammiccamenti e le clientele del caso c’è un aspetto importante: non hanno la più pallida idea su dove stia andando la nostra professione. Manca la lettura del presente e la visione del futuro: web, social, multimedia, nuova editoria e comunicazione 2.0. Di fronte a questa loro impreparazione si arroccano e si chiudono a riccio. Vedono il Coordinamento come un’esperienza pericolosa e infatti arrivano insulti: “disperati, pezzenti, sfigati”. Hanno paura della fine del tempo che fu e di perdere quel briciolo di potere. Pensano che per noi conterà la “vittoria elettorale” e non hanno capito che stiamo costruendo una rappresentanza che li travolgerà. E voi, cari pubblicisti sarete determinanti. Lo so, avete una-due quote arretrate che non vi permette di votare. Qualche collega ha fatto un sacrificio enorme saldando anche 3 quote arretrate per poterci votare il 19 maggio.  Fin quando l’Ordine esisterà, ci sarà qualcuno che decide sulla nostra testa. Non lo possiamo permettere. Questo organismo avrà funzione di garanzia e rispetto delle regole, ha le risorse per fare le cose che ho scritto sopra e anche di più.

La locandina del Coordinamento giornalisti precari della Campania

Caro pubblicista, la solitudine del proprio lavoro è la vera sconfitta. Tre anni fa abbiamo costruito un collettivo, una rete (regionale e nazionale) che è diventata comunità: lotta, confronto, unità per la difesa dei colleghi sfruttati e vessati, scambi di esperienze professionali. Se hai deciso che il giornalismo è la tua professione non far decidere a un avvocato o a un politico qualunque su chi sia un degno rappresentante dei pubblicisti.

Caccia via la paura, non credere a chi dice “sei bravo, farai strada” mentre ti paga una miseria e non rincorrere politici-assessori per una raccomandazione che ti farà servo. Studia, formati, tieni la schiena dritta e non accettare che i tuoi diritti diventino concessioni. Da tre anni con decine di colleghi ci mettiamo la faccia:  le nostre battaglie, le nostre proposte, i nomi dei candidati e i risultati ottenuti li trovi qui.

Ciao collega pubblicista, grazie se hai perso questi 2 minuti del tuo prezioso tempo. Ora puo’ continuare la nostra giornata di lavoro smazzato, sudato e conquistato. Uniti si vince, come gridavano alcuni  banditi tanti anni fa. 

Contatti utili  per info, riunioni, adesioni e richieste di incontro:

http://www.cronisti.infogiornalistiprecaricampania@gmail.comhttp://www.facebook.com/giornalistiprecari – twitter: @cronistiprecari

Sabato 11 maggio evento all’auditorium Verbano di Mezzocannone 14: dibattito e festa serale. Nei prossimi giorni info più precise.

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.