PETROLIO E AMBIENTE: ARRESTATO DIRIGENTE ENI. E COSTA BLOCCA 8 NUOVI POZZI

Disastro in Val D’agri, colpo di scena. Un dirigente dell’Eni, all’epoca dei fatti responsabile del centro oli di Viggiano (Potenza), è finito agli arresti domiciliari nell’ambito di un’inchiesta su una fuoriuscita di petrolio che nel febbraio 2017 contaminò il “reticolo idrografico” della Val ‘Agri. L’arresto è stato deciso dal gip di Potenza su richiesta della Procura. Nell’inchiesta sono indagate 13 persone tra le quali anche componenti del comitato tecnico regionale della Basilicata e l’Eni.

Costa: stop a 8 pozzi a Vega

“Oggi porto a Milazzo due buone notizie per l’ambiente e quindi per la salute dei cittadini”: lo ha annunciato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa intervenendo al Museo del Mare di Milazzo, dove è esposto lo scheletro di un capodoglio spiaggiato per la plastica.

“Ho già firmato il decreto ministeriale – ha detto il Ministro Costa davanti a una sala gremita – affinché la raffineria di Milazzo, come gli altri impianti simili, adotti le Bat, le migliori tecnologie esistenti. In questa maniera le emissioni saranno sensibilmente ridotte, si stima del 50%”.

“Se c’è un modo migliore per gestire l’ambiente e quindi la salute, io come uomo dello Stato ho il dovere di farlo e di servire il cittadino”, ha aggiunto il ministro.

“Inoltre, sempre con decreto ministeriale abbiamo fermato otto nuovi pozzi petroliferi davanti alla piattaforma Vega, la più grande piattaforma offshore del Mediterraneo. La commissione Via Vas ha ritenuto che non rispettasse le garanzie ambientali e io ho firmato il relativo decreto che ferma i progetti. Servono piccoli passi che seguono una visione coerente e precisa. Così si raggiungono gli obiettivi”, ha concluso Costa.

(Fonte: Ansa)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.