NAPOLI, OPERAI MORTI SUL LAVORO: DALL’INIZIO DELL’ANNO 10 VITTIME NELL’EDILIZA

Un boato e poi la tragedia. Sono morti i due operai estratti dalle macerie determinate dal cedimento di una parete di un edificio nella zona di via Comunale Masseria Grande nel quartiere di Pianura a Napoli. Gli uomini erano al lavoro in un cantiere per un muro di contenimento su via Caianiello.

“Chi pensa che per ripartire si debbano smantellare regole e controlli tragga un monito da questa tragedia”. È quanto afferma il segretario generale della Cgil di Napoli, Walter Schiavella in merito al crollo avvenuto a Pianura, quartiere della periferia occidentale del capoluogo campano, e che ha causato la morte di due operai. “Il vero problema di questo Paese – sottolinea Schiavella – resta l’illegalita’ che genera lavoro nero e mancanza di sicurezza. Occorre che il tavolo di coordinamento per la sicurezza, che abbiamo chiesto a Prefettura e Comune di Napoli, siano attivati al piu’ presto”.

“Dall’inizio dell’anno – ricorda Giovanni  Passaro, segretario Fillea Cgil Napoli – solo nelle costruzioni si contano gia’ 10 morti nella Provincia di Napoli. Una mattanza che dovrebbe fare impallidire chiunque e invece trova pochissimo e inesistente spazio nel dibattito pubblico e Istituzionale e che invece dovrebbe essere la prima vera priorita’. Come Fillea Cgil abbiamo esaurito le parole, ma la rabbia resta. La nostra continua battaglia in difesa della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro e’ alla base del nostro agire sindacale, e ogni qualvolta ci giungono queste tragiche notizie, insieme alla commozione, sale una rabbia profonda.

(Fonte agenzia Dire)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.