NAPOLI: IL POLIZIOTTO DI PIAZZA BELLINI CHE VUOLE CAROLA RACKETE E I MIGRANTI LEGATI IN MARE

“Arrestare tutti quelli che vanno in giro senza motivo”. Carola Rackete legata e gettata in mare come “tutti i migranti munnezza” e i “componenti dei barconi” perché questa “è la fine che devono fare tutti”. “Dux, la parola che ha composto mia figlia giocando con le calamite”.

Sono alcuni dei post degli ultimi mesi scritti sulla propria pagina facebook da uno dei poliziotti che in piazza Bellini a Napoli ha fermato e arrestato 3 giovani, poi scarcerati e con obbligo di firma due volte al giorno per 3 settimane.

A scovare questi post è stata l’associazione Acad contro gli abusi in divisa che denunciato i gravissimi post dell’agente che pone seri dubbi e molte domande sulla diffusione di idee neofasciste all’interno del corpo di polizia e delle forze armate. Queste frasi confermano le domande poste su sudreporter.com al Questore di Napoli Alessandro Giuliano. Perché restano intatti i dubbi di quello “operazione scenografica” mentre solo due giorni dopo migliaia di napoletani erano in strada e in piazza accalcati per festeggiare la vittoria in Coppa Italia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.