ECCO I “MALEFIX” DEL MEZZOGIORNO: OPERAZIONE DDA CONTRO LA NDRANGHETA

I “malefici” del Sud. L’operazione Malefix della Dda di Reggio Calabria che ha portato oggi all’arresto di 21 persone ritenuti i capi storici, elementi di vertice, luogotenenti e affiliati alle cosche reggine di ndrangheta De Stefano-Tegano e Libri ha coinvolto anche altre province italiane grazie al supporto delle Squadre mobili della polizia di Milano, Como, Napoli, Pesaro Urbino e Roma. Sono stati eseguiti numerosi arresti e perquisizioni.

I dissidi interni

Nel corso delle indagini scaturite nell’operazione Malefix coordinata della Dda di Reggio Calabria, attraverso il monitoraggio dei summit di ndrangheta, gli investigatori della polizia di Stato hanno ricostruito le dinamiche criminali che regolano il funzionamento del locale di Archi e il tentativo di scissione della famiglia facente capo a Luigi Molinetti dalla “casa madre” dei De Stefano, storicamente egemone anche nel centro della città di Reggio Calabria.

Le investigazioni hanno fatto emergere la volontà di Gino Molinetti e dei suoi figli di rendersi autonomi dai De Stefano a causa di una iniqua spartizione dei proventi estorsivi, nel mancato riconoscimento di avanzamenti gerarchici all’interno dell’organizzazione mafiosa, nella mancata elargizione di prebende che pretendevano in virtu’ degli anni di fedelta’ e dedizione alla cosca, nell’avversione alle pretese espansionistiche dei Molinetti sul locale di Gallico.

L’inchiesta della Dda di Reggio Calabria ha portato alla luce anche i forti attriti tra le cosche De Stefano-Tegano e Libri. Dalle indagini e’ emerso che ciascuna consorteria raccoglieva le estorsioni secondo prassi che non tenevano conto degli accordi in base ai quali i proventi dovevano essere divisi tra le cosche di riferimento sul territorio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.