IN RADIO DE MAGISTRIS CONTRO GOVERNO E PALAMARA. E RIAPRE SULLE REGIONALI

“Azzolina imbarazzante”. “Palamara faccia i nomi del sistema”. “Lista civica ma non a operazione minoritaria”. “Il reddito di cittadinanza palliativo assistenzialista”. È un Luigi de Magistris scatenato nella trasmissione Barba&Capelli condotta da Corrado Garbiele su Radio Crc. Ormai è già calato nel ruolo di capopopolo a livello nazionale, il nuovo tentativo di diventare il leader di una sinistra “anti-sistema” maggioritaria. Parla di scuola, giustizia e regionali.

“Sulla scuola il ministro Azzolina è il nulla. Non abbiamo una guida forte e precisa, in particolare sulla riapertura di settembre. Le dichiarazioni del ministro sono imbarazzanti, prima non si tornava a scuola, poi che si andava a scuola col plexigas, poi si è resa conto che era improponibile. Questo ministro non è in grado di organizzare politiche scolastiche e non avendo umiltà di ammettere incapacità scaricano sulle singole scuole. Serve un Piano straordinario per l’assunzione di insegnanti, invece saremo in balia di decisione singole. Siamo alla resa totale del governo sulla scuola”.

E la giustizia? “La giustizia non è messa meglio. Sconcertante che non siamo alla ripresa dei tribunali. È sorprendente che a fine giugno l’attività non è ripresa e posso immaginare il ritardo accumulato sui processi. A questo si aggiunge uno dei momenti più cupi della credibilità della magistratura con collegamenti tossici: è un sistema come ammette Palamara. Se lui si sente ancora magistrato come dice faccia i nomi di questo sistema. Ci troviamo di fronte a uno scenario che fa impressione al cittadino perché questo sistema nomina procuratori della repubblica. Chi denuncia viene colpito da un sistema che agisce con metodi mafiosi. Il Paese ne prenda atto con una commissione di inchiesta”.

Infine, sulle regionali: “non vedo quadro definito. La fotografia De Luca Caldoro e Ciarambino è già vista. Il centrosinistra poteva dare un’alternativa come per la elezione di Sandro Ruotolo al Senato. M5S poteva essere più ambizioso tornando alle origini con una coalizione civica. Adesso c’è ancora uno spazio per lista civica ma voglio capire se c’è un’operazione larga, dal basso. Se invece è un’operazione di minoranza o settaria non mi interessa, sarò un semplice elettore”.

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.