ASSESSORE DEL GIUDICE: “A NAPOLI EST NESSUNA DISCARICA E NESSUN IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO”

La commissione Ambiente del consiglio comunale di Napoli, presieduta da Marco Gaudini, si è riunita oggi in Via Verdi per esaminare il tema dell’ampliamento del Centro di raccolta Asìa nel sito ex ICM di Via Nuova Brecce. Presente l’assessore all’Ambiente Raffaele Del Giudice, che ha illustrato la delibera chiarendo che “il sito non ospiterà mai più la frazione umida, come avvenuto durante i periodi critici conseguenti alla chiusura dell’inceneritore di Acerra e alle difficoltà createsi con i siti di compostaggio che normalmente ricevono la frazione umida di Napoli”.

Anche la presidente di Asìa, Maria De Marco, ha confermato questo impegno in un breve saluto, prima di lasciare la riunione per un importante consiglio di amministrazione dell’azienda dei rifiuti. Quest’ultima è stata rappresentata oggi dal responsabile del settore per Asìa, l’ingegner Eugenio Ferrandino.

“Importante entrare nel merito della delibera (la n. 195 del 18 giugno 2020) con la quale la Giunta ha deciso l’ampliamento del Centro di Raccolta – ha spiegato il presidente Marco Gaudini – l’obiettivo è dissipare le preoccupazioni dei cittadini in merito a un sito che, come la commissione stessa verificò nel corso di un sopralluogo, fino allo scorso novembre è stato utilizzato come sito di stoccaggio anche della frazione umida, con conseguenti proteste degli abitanti”.

“Un equivoco – secondo l’assessore Del Giudice – ha generato nuovo allarme tra i cittadini: un quotidiano ha infatti riportato, tra i rifiuti depositabili nel sito, anche la frazione umida. La posizione dell’Amministrazione è diversa: come per le altre dieci isole ecologiche cittadine, il sito non ospiterà mai nessun cassone per l’umido”.

“Sono centinaia – ha specificato l’ingegner Ferrandino – i codici dei rifiuti che vengono classificati nelle autorizzazioni ministeriali e che non sono di fatto raccolti nelle isole ecologiche: circostanza che i cittadini, e il comitato che li rappresenta, hanno potuto verificare più di una volta proprio presso il sito di Via Nuova Brecce”.

“Il vecchio sito di stoccaggio Icm – ha chiarito Del Giudice – non esiste più; al suo posto si sta realizzando un polo logistico che supporterà le altre isole ecologiche per poi diventare a sua volta l’undicesima isola ecologica cittadina, dopo lavori che riadatteranno le due “vasche” esistenti in modo da poter ospitare anche gli “ingombranti”, così come avviene nelle altre dieci isole ecologiche”. “Non è neanche in discussione l’impegno fattivo che l’Amministrazione dedica a Napoli Est, oggetto di molteplici interventi”, elencati dall’assessore in risposta alle annotazioni critiche venute dal dibattito sull’assenza di iniziative contro il degrado della zona post industriale.

“Quanto al sito ex Icm – ha concluso l’assessore – ‘Centro di Raccolta’, ‘Isola Ecologica’ e ‘Polo logistico’ sono termini equivalenti, ma sicuramente non si tratta di discariche, così come, sicuramente per errore, ha titolato il principale quotidiano cittadino”.

“Le ambiguità terminologiche – ha spiegato la consigliera Marta Matano (Movimento 5 Stelle) – sono solo uno degli aspetti della delibera che inducono a richiedere che l’atto venga ritirato e riformulato; magari il nuovo testo potrebbe fare riferimento esplicito al ‘Protocollo’ stipulato con i cittadini che si sono mobilitati per i miasmi che nello scorso autunno appestarono la zona e che furono anche oggetto di una interpellanza urgente di 52 senatori, tra cui il compianto professor Ortolani. Non si può infierire, con centri di deposito di rifiuti e con impianti di compostaggio, su Napoli Est, una zona completamente devastata nei decenni scorsi”.

“Nessuno dei tre impianti di compostaggio previsti dall’Amministrazione – ha concluso l’assessore Del Giudice – sarà tuttavia costruito a Napoli Est, area che è classificata come Sito di Interesse Nazionale da bonificare”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.