“INTERROMPO DAL SAN PAOLO”: AL RARI NANTES IL DOPPIO SIGNIFICATO DEL RACCONTO DI TAISIA RAIO

Interrompo dal San Paolo. Il titolo di un libro è anche una frase storica della radio, quella di tutto il calcio minuto per minuto e di un giornalismo di altri tempi. E ieri al circolo Rari Nantes si è svolta l’anticipazione dell’antologia di Giammarino editore dal racconto della giornalista Taisia Raio “Un gol, un blog, l’amore”.

Per Taisia è stata l’occasione per ricordare il papà Vittorio Raio a circa 4 anni dalla sua scomparsa, a proposito di un altro giornalismo e di altri tempi dove la caratura e lo spessore umano della categoria conoscevano ben altri uomini e donne.

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha sugellato l’evento con un video messaggio: “Vittorio dava tutto se stesso e io non capivo perché non ero abituato ai giornalisti sportivi. Era intellettualmente onesto, non aveva secondi fini. È stato un amico sincero, un professionista di grande dignità e la sua scomparsa è stata prematura da tanti punti vista, familiari e professionali. Sono stato un privilegiato a frequentarlo e oggi non riesco a vedere giovani emergenti dello stesso livello”

“Non ho mai raccontato mio padre o avvicinata a lui dal punto vista professionale – ha spiegato Taisia Raio – ma quando Pietro Nardiello mi ha spiegato il progetto ho deciso di dedicare a Marek Hamsik questo racconto per due motivi: uno per la mia età, ho iniziato a fare la giornalista quando Marek venne a Napoli e poi perché l’ultimo articolo di papà del 4 settembre 2016 era su Hamsik, calciatore da lui molto stimato”.

Il giornalista Riccardo Giammarino, dopo i saluti del presidente del circolo Rari Nantes Giorgio Improta, ha dato la parola al sindaco Luigi de Magistris: “ci tenevo ad esserci perché mi è piaciuta questa iniziativa editoriale dove ci sono tante donne e perché Taisia è una giovane giornalista che stimo. Nel libro si parla di Napoli visionaria che guarda al futuro e alle sue potenzialità che sono i giovani: io continuo a ringraziare questa generazione per come si sta comportando in un momento così difficile”. Al curatore Pietro Nardiello, poi, il compito di illustrare il libro dalla sua idea originaria come iniziativa editoriale innovativa che hai coinvolto 20 giornaliste con uno sguardo tutto al femminile.

A ricordare Vittorio Raio e aneddoti sul Calcio Napoli è stato il professore Antonio Giordano, direttore dello Sbarro Institute di Filadelfia: “I miei complimenti a Taisia, il papà era un caro amico che ricordo con affetto e sono felice che con questo libro ricorda la sua figura. Un libro che mi fa pensare alla mia gioventù con i tanti campioni del Napoli. Quando mi sono trasferito negli Usa Rai International trasmetteva le partite in diretta e ho potuto vedere il primo scudetto del 1987 a New York in tv”.

 

Tanti i giornalisti presenti, firme storiche del giornalismo sportivo e non (Adolfo Mollichelli, Rino Cesarano, Antonio Sasso) che hanno lasciato ricordi sul “campo” dei vecchi cronisti e gli organismi di categoria come il presidente dell’Odg Campania Ottavio Lucarelli e del Corecom Mimmo Falco e figure della medicina legata al mondo sporitvo come il dottore Alfonso De Nicola e la dottoressa Patrizia Maiorano insieme a tanti soci del circolo Rari Nantes.

Autore: Giuseppe Manzo

Journalist, press office, social media manager, blogger, author

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.