CASTEL DI SANGRO – ADL E IL TRAMONTO DELLA “CANTERA”: “TERRITORIO DIFFICILE, GENITORI VANNO AL NORD”

“E’ un’idea intelligente, ma vanno verificate, approfondite, la cantera non è semplice. Lei ha un bravo giocatore a 17-18 anni, lo fa debuttare nel Napoli? Gli fa fare 2 partite e lo rovina o un campionato di B e C che lo formi nelle difficoltà in società dove non c’è ricchezza o organizzazione come col Napoli?”. Aurelio De Laurentiis risponde sul settore giovanile del Napoli e sul progetto tramontato della “scugnizzeria”.

“La cantera è un discorso che praticavo all’inizio, per 6-7 anni – aggiunge Adl – ma poi mi sono chiesto: è davvero produttivo? Mio figlio ha un’altra squadra, il sud è una cantera totale, ma mi insegnate che il territorio è difficile, i genitori appena possono piazzarsi al nord lasciano tutto. Vi dimenticate che il paese è in mano alla delinquenza, un fatto mondiale, ci sono delinquenze radicali e conviviamo ed accettiamo che non ci sia più un’etica, poi diventa difficile parlare di valori, cantera, giovani, investimenti. Io preferisco prendere uno cresciuto altrove, quanto costa 3mln? Cristiano, prendiamolo!”

“L’errore è pensare che quello che vale per altri, Juve Inter ed altri, lo sia anche per noi, io non ho 400mln di debiti, altrimenti raccontiamoci le favole. Le cose che hanno funzionato per 15 anni non è detto che siano funzionali adesso”, conclude il presidente azzurro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.