COVID: LO STRANO CASO DEL GOVERNATORE CHE MINACCIA IL LOCKDOWN E POI APRE LO STADIO

Il governatore neoeletto Vincenzo De Luca minaccia di chiudere tutto. Allo stesso tempo lascia entrare mille persone allo stadio San Paolo per la partita Napoli-Genoa (ordinanza che consente l’ingresso con distanziamento e mascherina). Una partita a rischio, posticipata alle 18 poi, per la positività del portiere rossoblù Perin e successivi tamponi alla squadra genovese.

Bastone e carota in un cervellotico atteggiamento da sceriffo che poi si tira indietro come abbiamo già assistito durante il lockdown.

Viene il dubbio che diventa certezza quando questa modalità da uomo law&order nasconda i serissimi problemi strutturali della sanità campana come abbia già indagato su questo giornale.

Si fa sentire, sempre tra le file della neoeletta opposizione, Valeria Ciarambino del Movimento 5 Stelle. “Non si può annunciare di chiudere tutto di punto in bianco – dichiara Ciarambino – senza preoccuparsi affatto delle conseguenze sul piano socio economico che una tale decisione potrebbe produrre. Dal lockdown molte attività, sia commerciali che professionali, sono uscite con le ossa rotte e se non hanno chiuso del tutto i battenti, ancora oggi fanno fatica a rimettersi in piedi. Bisogna fin da subito attivare tavoli con tutte categorie, ascoltare le loro proposte in previsione di misure drastiche che potrebbero comunque rendersi necessarie per contrastare l’emergenza sanitaria. Solo attraverso il confronto con chi conosce le esigenze di un settore – prsegue – e ha già vissuto in prima persona la recessione prodotta dalla prima fase pandemica, sarà possibile individuare soluzioni che possano evitare una crisi che andrebbe a riverberarsi su ogni settore produttivo della Campania”.

“Nei mesi scorsi – ricorda Ciarambino – dopo aver raccolto il grido d’allarme delle associazioni delle piccole e medie imprese e su loro suggerimento, siamo riusciti a far anticipare la data di inizio dei saldi in Campania, restituendo ossigeno al commercio regionale. La nostra prima proposta in questa nuova legislatura sarà di istituire tavoli permanenti con tutte le categorie, così da renderle partecipi e protagonisti dei processi legislativi e affinché ogni misura risponda realmente alle esigenze rappresentate”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.