NON SOLO NAPOLI: CATANIA, PALERMO E SALERNO RACCONTANO DI UN SUD ORMAI IN RIVOLTA

Foto Ansa

Il Sud brucia, la tensione aumenta e si sente ormai aria di rivolta. Dopo Napoli anche Salerno, Catania e Palermo hanno visto centinaia di persone in piazza e soprattutto momenti di grande tensione.

A Catania sono state lanciate bombe carta contro la polizia. A Salerno i commercianti volevano raggiungere la casa del governatore De Luca, ormai presidiata dalle forze dell’ordine come fosse un bunker ad alto rischio di sicurezza.

A Napoli ieri sera nel quartiere Vomero si è svolto un nuovo corteo violando il coprifuoco mentre oggi alle 18 è attesa una grande manifestazione in piazza del Plebiscito con il tam tam sulla rete e sulla chat. Molte sigle sindacali di base, centri sociali e associazioni stanno aderendo: l’orario è quello di riferimento per la chiusura delle attività di ristorazione.

Il Mezzogiorno brucia, Napoli è la sua capitale della rivolta. Chi vive di sommerso, di espedienti e alla giornata non ha più nulla da perdere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.