CASTELVOLTURNO, SEQUESTRO DI 2 TONNELLATE DI “BIONDE”: 4 ARRESTI

Quattro responsabili tratti in arresto, un denunciato a piede libero e due tonnellate di sigarette di contrabbando sequestrate. È questo il bilancio di una vasta operazione anticontrabbando portata a termine dal Comando provinciale della guardia di finanza di Napoli.

In particolare, le fiamme gialle del gruppo di Nola sono entrati in un complesso di capannoni a Castel Volturno (Ce), sorprendendo i contrabbandieri in flagranza di reato. L’ingente carico, spiega una nota dell’Arma, 2 tonnellate di sigarette con marchio “Winston”, aveva raggiunto il punto di stoccaggio a bordo di un autoarticolato di una nota ditta di trasporti.

Al fine di rendere maggiormente credibile la”copertura” e destare il meno possibile l’attenzione delle forze di polizia, l’autista indossava una tuta da operaio della stessa ditta. Quando i finanzieri sono penetrati all’interno della struttura, hanno sorpreso i contrabbandieri mentre caricavano le “bionde”, che erano giunte a bordo del camion, su due furgoni. Sono stati, cosi’, tratti in arresto 4 contrabbandieri: un 59enne pluripregiudicato, due 31enni di Napoli incensurati e un 56enne di Napoli residente a Latina con precedenti per furto aggravato.

I quattro sono stati sanzionati anche per aver violato le disposizioni nazionali e regionali anti-covid. Un quinto uomo, 41enne napoletano, residente a Castelvolturno, con numerosi precedenti alle spalle, e’ stato denunciato a piede libero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.