NAPOLI: DE MAGISTRIS, “NESSUN MOTIVO PER NON RIAPRIRE LE SCUOLE”

“Stamani abbiamo immediatamente scritto al presidente della Regione Campania, all’unità di crisi e, per conoscenza, anche al direttore dell’ufficio scolastico allo scopo di farci avere, ad horas, considerando che l’ordinanza entra in vigore domani, i dati dei test antigenici effettuati e i dati sul contagio della città di Napoli suddivisi per quartiere e per luoghi in cui insistono le scuole”.

Un balletto continuo tra Palazzo San Giacomo e Palazzo Santa Lucia che ha sullo sfondo uno “scaricabarile” costante tra istituzioni e la guerra tra l’ex pm e il governatore.

Lo annuncia il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, precisando che “per ora non c’è alcun motivo per discostarsi dall’ordinanza regionale” secondo la quale, da domani, riaprono le scuole per l’infanzia e le prime classi delle elementari per le lezioni in presenza. “Ma, come è doveroso, procederemo a fare tutte le verifiche e approfondimenti – sottolinea il primo cittadino -. Solo in questo modo potremo verificare se ci sono situazioni di particolare criticità su cui eventualmente intervenire, soprattutto in stretta correlazione coi dirigenti scolastici”.

Ogni decisione circa la riapertura delle scuole sarà assunta “all’esito della verifica dei dati che ci devono essere rappresentati in maniera analitica, così come disposto nell’ultima ordinanza regionale, tenendo anche presente che, ancora, incredibilmente, il sindaco di Napoli, così come gli altri sindaci delle città capoluogo di provincia in Campania, non fanno parte dell’unità di crisi. Appena i dati ci saranno comunicati – annuncia l’ex Pm -, insieme all’assessore all’Istruzione, già in contatto con tutti i dirigenti scolastici della città di Napoli, faremo insieme le valutazioni del caso”.

La protesta

Striscioni, disegni e zainetti fuori ad alcuni istituti di Napoli per chiedere l’immediata apertura di tutte le scuole. A promuovere l’iniziativa sono genitori e insegnanti che nelle ultime settimane hanno indetto manifestazioni di protesta contro la didattica a distanza e per il ritorno di tutti gli studenti in aula. La mobilitazione e’ stata confermata nonostante l’ordinanza regionale che, a partire da domani, ripristina le lezioni in presenza nelle scuole dell’infanzia e nelle prime elementari.

“Non possiamo tacere il nostro sconcerto e la nostra rabbia – spiegano gli organizzatori – di fronte al contenuto dell’ultima ordinanza della Regione che attribuisce discrezionalita’ riguardo all’apertura delle scuole ai singoli sindaci.

One thought

  1. Napoli ha bisogno di un Sindaco nuovo che sulla traccia dell’attuale dimostri coi FATTI di amare seriamente la città e nn solo i suoi sponsor politici, con la speranza alternativa di vedere almeno riconosciuto un uomo di sinistra e sopratutto NON fascista. Napoli medaglia d’oro per le Quattro Giornate merita il meglio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.