PER PROCIDA CAPITALE CULTURA 2022: LA ONLUS OCEANUS PARTNER “PLASTIC FREE” DEI PROMOTORI

Oceanus è partner ufficiale del comitato promotore “Procida Capitale della Cultura per l’anno 2022”. La Onlus attiva in tutti i mari del mondo appoggia quindi il progetto culturale proposto da Procida “La cultura non isola” che prevede 44 progetti, 330 giorni di programmazione, 240 artisti, 40 opere originali, 8 spazi culturali rigenerati.
 
Il sostegno alla candidatura di Procida è evoluzione naturale di un rapporto consolidato ormai negli anni: l’isola di Procida già dal 2017 ospita la campagna “No More Plastic Bags” di Oceanus e lo scorso ottobre ha accettato la sfida della onlus di diventare la prima isola italiana senza buste di plastica, primo step verso il Plastic Zero.

Un traguardo che Oceanus, in sinergia con Comune e Area Marina Protetta “Regno di Nettuno”, mira a raggiungere coinvolgendo compagnie di navigazione, esercenti, supermercati e società civile in un lavoro corale che possa fare dell’isola un esempio da seguire in Italia e all’estero.

“La salvaguardia del patrimonio culturale e quella del patrimonio ambientale sono volano per lo sviluppo sostenibile di ogni comunità – spiega il presidente di Oceanus Fabio Siniscalchi – ed è ancora più vero se parliamo di isole, luoghi dove il rapporto con la natura e con il mare è costante.
È in atto un cambiamento epocale che è percepito in maniera diversa nei vari Paesi del mondo. Bisogna cambiare e farlo in fretta, partendo dai piccoli gesti quotidiani per poter vivere in comunità inclusive, sicure e sostenibili. Utilizzare una borsa in cotone è poco più di un simbolo di consapevolezza, ma è anche il primo passo di un consumatore attento perché informato”.

“No more plastic bags”

Nei prossimi giorni, in concomitanza con gli acquisti natalizi, partirà sull’isola una seconda massiccia distribuzione di shopper in cotone dopo il primo step dello scorso ottobre. Oceanus è in attesa di comunicare i nomi dei primi supermercati sull’isola che sosterranno l’iniziativa convertendo le buste in plastica in shopper in cotone. 

“Abbiamo subito sostenuto la campagna di Oceanus – afferma Antonino Miccio, direttore AMP Regno di Nettuno – perché riteniamo prioritarie, per il futuro del nostro mare e la tutela della sua biodiversità, tutte le azioni in grado di evitare l’uso della plastica. La crescente sensibilizzazione della cittadinanza di Ischia e Procida, anche grazie alle nostre iniziative, ci lascia spiragli d’ottimismo per il futuro: l’adozione delle shopper in cotone può sembrare una piccola azione, ma è da segnali come questo che bisogna partire per costruire un futuro in cui l’impatto dell’uomo sull’ambiente sia il meno significativo possibile”.

Su Oceanus

Il nome deriva dal greco, latinizzato in oceanus, epiteto del Dio del mare, e significa “immensità”. Non a caso dunque al nome della divinità marina si rifà questo gruppo di ricerca nato dall’impegno di biologi, skipper, subacquei e studiosi uniti da una comune passione per il mare, che dedicano le proprie competenze e abilità alla ricerca scientifica.
 
Fondata da Fabio Siniscalchi nel 2005 e attiva in tutto il mondo, la finalità statutaria di Oceanus è la promozione e lo sviluppo della ricerca scientifica finalizzata alla tutela ed alla conservazione degli ecosistemi marini in pericolo ed allo studio delle interazioni con le attività umane.

A questa, si affiancano campagne di educazione e sensibilizzazione ambientale e molti progetti solidali fra cui la restituzione di un ospedale alla piccola comunità della città di Paùl, sull’isola capoverdiana di Sant Antão; invio di medicinali agli ospedali di Kenya, Marocco, Grecia e Syria oltre ad aver partecipato attivamente durante l’emergenza profughi in Grecia nel campo profughi di Idomeni e sull’isola greca degli sbarchi, Chios. In Italia, Oceanus è molto attiva nel golfo di Napoli promuovendo la straordinaria biodiversità dei fondali delle acque del Golfo Partenopeo. Dal 2016 ha “adottato” l’orchestra musicale della scuola media statale “Giovanni Pascoli” di Secondigliano, donando nuovi strumenti musicali per i suoi giovani studenti.

Progetti in itinere

Progettazione e realizzazione di un catamarano a vela di 45 piedi interamente dedicato ai progetti di ricerca e salvaguardia di Oceanus. Fra gli sponsor Volvo Penta. Il varo del catamarano “Oceanus45” è atteso entro primavera 2021.

Oceanus onlus è beneficiaria di fondi FEAMP in Sardegna per un progetto che prevede un intervento innovativo di rinaturalizzazione ambientale capace di ripopolare il mare e ridurre l’effetto erosivo dell’onda sulla spiaggia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.