ASL NAPOLI 1, PARLA VERDOLIVA DOPO DECISIONE VIMINALE: “EVITATA MACCHIA INDELEBILE PER NAPOLI”

Foto repertorio ANSA / CIRO FUSCO

“Ci sono alcune persone che sono rimaste male per questa decisione del Viminale ma il ministero non si discute. Non c’è o non c’è più l’infiltrazione camorristica nell’Asl. Perché non sono impazziti quando hanno fatto la commissione di accesso né lo sono adesso. Certo, ci sono delle irregolarità amministrative e siamo i primi a voler capire”. Lo ha dichiarato il direttore generale dell’Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva intervenendo nella trasmissione Barba&Capelli condotta da Corrado Gabriele su Radio Crc Targato Italia e in onda dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 9.

Verdoliva ha poi ribadito: “C’è un grande sforzo da parte della Regione e le spalle larghe del presidente De Luca. Abbiamo evitato una macchia indelebile per Napoli, vengono i brividi a pensare lo scioglimento per camorra dell’Asl. Non è facile, la città è complessa ma, c’è tanta abnegazione delle nostre professionalità”.

Sulla situazione relativa al Covid il dirigente ha ricordato: “Da aprile 2020 sono partite le Usca, man mano abbiamo 25 usca che lavorano contemporaneamente sul territorio. Ci sono medici che vanno a casa a valutare parametri e condizioni socio-ambientali delle persone. Si potrebbe lavorare con una collaborazione istituzionale forte. Forse c’è una mancanza di contatto con la realtà”.

Rispetto ai dati e alla trasparenza Verdoliva ha sottolineato: “Ogni lunedì mettiamo i dati su una locandina con tutti i casi positivi elencati dal 28 febbraio 2020. Ci sono stati anche degli errori, in quanto sui tamponi ci sono stati dei ritardi. Avere 20mila positivi non è stato assolutamente facile così come contrastare questo tsunami. Qualcuno si lamenta che non può andare a sciare mentre c’è chi non conosce ferie da quasi un anno”.

Di fronte al rischio della variante Covid il direttore dell’Asl Na 1 ha spiegato: “L’unità di crisi ha dimostrato di saper intervenire subito. Con le Usca sono stati trovati 7 positivi su decine di tamponi a Capodichino. Questo è un risultato che deve essere sottolineato, i focolai vanno spenti”.

Infine Verdoliva sui vaccini ha dichiarato il piano dell’Asl: “Il V-Day di domenica in Europa è importante, per Napoli ci saranno Ospedale del mare, Cardarelli e Cotugno e saranno vaccinati 100 operatori sanitari di ogni azienda ospedaliera insieme a quelli delle Rsa. Quando dovremo vaccinare 2-300mila persone alla Mostra d’Oltremare sarà uno stress test importante”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.