LUIGI DE MAGISTRIS TORNA IN CALABRIA: PRONTO PER PROVARE LA SCALATA A GOVERNATORE “CIVICO”

(G. M.) – Ritorna in Calabria, questa volta nelle vesti di candidato governatore e non con la toga. Dal Why not giudiziario al “perché no” di provare la scalata in una regione molto complicata. Luigi de Magistris ha già deciso di candidarsi nella terra di Sud attraversata da enormi problemi di mafia e sociali. Gli ultimi dettagli sono di natura personale e poi inizierà questa nuova avventura lasciando gli ultimi mesi di Amministrazione nelle mani di Piscopo e della nuova Giunta.

“Sciolgo la riserva tra domenica e lunedì. Mi sono preso un’altra settimana scarsa – ha detto a margine di una conferenza stampa – perchè è una scelta politica, ma anche personale. Da un punto di vista politico sono sempre più convinto di sciogliere positivamente la riserva per le tantissime sollecitazioni venute dal basso”. Il primo cittadino ha spiegato di essere “profondamente legato alla Calabria. Ci sono stato nove anni come Pm, è una terra che amo, ho tanti legami, ci torno spesso, ho affetti molto cari che sono calabresi, a cominciare da mia moglie”.

Lo schema di Dema è quello del 2011: liste civiche e fuori dalle coalizioni. Sarà l’urna a dire se dieci anni dopo e in un altro contesto potrà funzionare. ” Una fetta del Pd locale che si esprime contro di me – ha aggiunto – è uno degli elementi che mi spinge fortemente a candidarmi. Se dovessi accettare, sarà una sfida entusiasmante e ci portera’ alla vittoria”. De Magistris ha detto di non sentirsi “uno straniero in Calabria, semmai lo e’ chi si e’ vestito da politico, ha tradito quella terra, continua a tradirla e ha paura che si metta in campo un’azione di vero rinnovamento per la Calabria. C’è una fetta di ceto politico che ha contribuito a distruggere quella terra straordinaria e a mortificare il popolo calabrese, ma nello stesso tempo – ha proseguito l’ex Pm – c’è una voglia di rinascita da parte di movimenti, associazioni, reti civiche che lottano per i diritti, per la giustizia, per l’ambiente e contro le mafie. Penso alle donne e agli uomini calabresi che hanno storie coerenti e credibili, io mi rivolgerò a loro”.

E nelle prossime settimane si proverà a capire quale risposta ci sarà da parte di questa società civile a cui de Magistris chiede di incoronarlo governatore “anti-sistema”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.