A DIFESA DI GATTUSO: INFORTUNI, ERRORI E LA “SINDROME SPEZIA”. CRONACA DI MEZZA STAGIONE

Da Castel di Sangro in poi Ringhio aveva capito che con Osimhen il Napoli poteva diventare una macchina da gol con il 4-2-3-1 e così stava accadendo. Mertens alle spalle, Insigne a sinistra e Lozano a destra. Con gli infortuni del nigeriano e del belga tutto è saltato. Petagna si impegna e Politano la mette anche dentro ma quel modulo non funziona per tutti. Allora gli infortuni dettano le varianti 4-3-3 o 4-5-1 ma emerge un’altra debolezza: la mentalità.

Leggi l’analisi e il commento di Giuseppe Manzo su barbaecapelli.news

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.