L’ACCUSA: “GLI UOMINI DI DE LUCA TRAVOLTI COME BIRILLI DA DEVASTANTE QUESTIONE MORALE”

“Gli uomini del presidente De Luca travolti come birilli da una devastante questione morale. Possono queste persone continuare imperterriti a gestire la pandemia e fiumi di denaro pubblico? Il tutto mi appare indegno”.

Non si è fatto attendere il commento di Luigi de Magistris dopo il rinvio a giudizio dell’imprenditore Alfredo Romeo e con lui quelli di Caldoro e, soprattutto, del manager sanitario Ciro Verdoliva.

Ieri il sindaco di Napoli, candidato alle regionali in Calabria, aveva ricevuto l’ennesima “attenzione” da parte del governatore: “alcuni sindaci hanno fatto il loro dovere, ma ci sono sindaci di grandi citta’ che non hanno fatto niente. Anzi, fino a qualche giorno fa incentivavano le aperture serali”.

Poche ore dopo arriva la notizia del GUP del Tribunale di Napoli che dispone il processo per numerosi imputati per il  “Sistema Romeo” e l’ex pm gongola: “la presunzione d’innocenza fino a sentenza passata in giudicato non va mai dimenticata. Sono fiero, però, da Sindaco di Napoli, di aver estromesso Alfredo Romeo, imputato per reati gravissimi, dalla gestione del patrimonio immobiliare di Napoli, da noi internalizzato ed affidato a lavoratrici e lavoratori pubblici. Anche l’uomo forte del Presidente De Luca ai vertici dell’Asl Napoli 1, Ciro Verdoliva, è rinviato a giudizio per reati gravissimi, tra cui corruzione”.

La bagarre continua e mancano ancora 6 mesi alle prossime elezioni comunali.  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.