ADDIO SONIA, I FAMILIARI DENUNCIARONO LE GRAVI CONDIZIONI DOPO IL VACCINO ASTRAZENECA

Te ne sei andata oggi alle 9, per un vaccino, per un senso civico”. Lo scrive su Facebook il figlio di
Sonia Battaglia, la 54enne di San Sebastiano al Vesuvio (Napoli) morta oggi all’Ospedale del Mare di Napoli, dove era ricoverata da diversi giorni per un’emorragia cerebrale. Secondo i suoi familiari, le condizioni della donna erano peggiorate a seguito della somministrazione del vaccino Astrazeneca, alla quale si era sottoposta lo scorso I marzo.

La donna lavorava come amministrativa in una scuola di San Giorgio a Cremano e aveva aderito alla campagna di vaccinazione anti Covid-19 per il personale scolastico, ricevendo una dose del lotto Abv 5811, la cui somministrazione è stata sospesa nei giorni scorsi. Il peggioramento delle sue condizioni, secondo quanto ricostruito dai familiari, è iniziato tre giorni dopo il vaccino, con febbre alta e vomito.

Dopo il ricovero all’Ospedale del Mare, riferiva tre giorni fa il figlio, “i dottori ci hanno informato che nel giro di due ore ha avuto una trombosi massima, emorragia cerebrale e un’occlusione dell’aorta”, entrando in coma. Questa mattina, intorno alle 9, è iniziata la valutazione della morte cerebrale. Alle 15 è stata dichiarata la morte della paziente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.