NAPOLI FERROVIA: RIFIUTI ED EMARGINAZIONE SOCIALE SOTTO LA STORICA SEDE DELLA CGIL

DEGRADO SOCIALE A DUE PASSI DALLA STAZIONE CENTRALE DI NAPOLI

(G. M. ) – Napoli ferrovia, degrado ed emarginazione sociale. A denunciarlo è Armando Simeone, portavoce Comitato Lenzuola Bianche: “oggi via Torino, dinanzi alla storica sede della Cgil da qualche anno dismessa e dove per oltre 50 anni si è discusso di legalità, di giustizia e di diritti, si è trasformata in una sorta di bidonville. C’è di tutto: suppellettili, materassi, bombole di gas e rifiuti tossici”.

“Dalle finestre delle abitazioni vicine ci dicono di assistere – continua Simeone – oltre che alla presenza di un dormitorio pubblico all’aperto, a scene di sesso alla luce del giorno ed  anche alla pratica della prostituzione”.

Nella trasmissione Barba&Capelli su Radio Crc Simeone ha avuto un faccia a faccia a distanza con la presidente Maria De Marco che si è difesa: “I materassi su strada con i senza dimora riguarda le politiche sociali innanzitutto perché ci sono le persone che dormono su quei materiali. Dove vengono segnalate presenze umane tra i rifiuti intervengono prima polizia municipale e poi unità di strada, dopo noi. Guai a considerare quei materassi come rifiuti, lì ci sono persone sotto livello di umanità”.

La domanda che resta senza risposta riguarda l’igiene urbana al tempo della pandemia: prevenzione e mascherina in queste condizioni che senso hanno?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.