CINEMA, L’APPELLO DEI PRODUTTORI DELLA CAMPANIA: “APRIAMO LE SALE”

cinema

“Lunedì 26 aprile, a 6 mesi esatti dalla seconda e più lunga chiusura del 26 ottobre 2020, a Roma Nanni Moretti accoglie i suoi spettatori al Nuovo Sacher alle 15, a Milano il Beltrade esce simbolicamente dal coprifuoco con un tutto esaurito alle 6 del mattino, la Cineteca di Bologna riapre oggi la sala Lumière, e finanche a Spoleto il Cinema Pegasus proietta in versione originale due film premiati agli Oscar. Mentre a Napoli nulla si muove. Facciamo tutti il tifo per il cinema Vittoria che apre i battenti l’1 maggio con due film in programmazione”. Lo dichiara Davide Mastropaolo, presidente di Clarcc (Comitato per una legge regionale sul cinema in 
Campania).

In una nota, i produttori di Cna Cinema e audiovisivi e Clarcc spiegano che “a Napoli i maggiori esercenti dichiarano che non possono aprire, che non ci sono film, che i costi sono alti e che, in fondo, si sa che i napoletani tra poco andranno al mare. Ci sono le ragioni delle imprese, certo, ma c’è il rischio di una lettura pessimista e riduttiva di tutto quanto è accaduto”. I produttori indipendenti della Campania ritengono che vada messo in campo “uno sforzo anche simbolico per dare una rappresentazione positiva e incoraggiante delle porte della cultura che si riaprono, nonostante tutto. Le sale cinematografiche nel momento più difficile della pandemia sono state supportate dallo Stato e in Campania dalla Regione sono da sempre sostenute, proprio in ragione della loro funzione culturale e sociale”.

Antonella Di Nocera, coordinatore regionale Cinema e Audiovisivo di Cna, spiega: “C’è una idea di cinema che può e deve arrivare al cuore delle persone al di là dei film trainanti di successo. Produttori ed esercenti possono lavorare insieme in questa direzione per non lasciare che tutto torni esattamente come prima. Il coraggio di dare spazio alle voci nuove, a film di ricerca e di formazione, così come indicato dal Ministero della Cultura, con la volontà di promuovere il prodotto locale e il cinema d’autore, aiutando a formare i gusti del pubblico, esercitando un ruolo di promozione culturale imprescindibile da quello imprenditoriale. Tra i film campani recenti alcuni film sono stati visti pochissimo, altri sono pronti per incontrare gli spettatori anche costruendo eventi con gli autori. E’ importantissimo tornare presto a condividere lo spazio emotivo della sala”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.