FAIDA PONTICELLI: LA POLIZIA HA ARRESTATO 4 GIOVANISSIMI PER ESTORSIONE E METODO MAFIOSO

Una prima risposta dopo le bombe e la faida che ha gettato nel terrore la periferia orientale di Napoli. La squadra mobile di Napoli ed il commissariato di Ponticelli hanno dato ieri esecuzione ad un fermo emesso dalla Direzione distrettuale antimafia a 4 soggetti tutti giovanissimi perchè gravemente indiziate di tentate estorsioni aggravate dal metodo mafioso: hanno tra i 20 e i 24 anni.

I fatti si sono consumati a fine marzo nel quartiere di Napoli Est a danno di spacciatori della zona a cui sarebbe stato intimato il pagamento di una somma di denaro per il mantenimento della piazza di distribuzione.

La condotta contestata nell’ambito di questo procedimento si inserisce in un più ampio contesto criminale già evidenziato in precedenti provvedimenti giudiziari e in particolare nell’attuale contrapposizione nel territorio di Ponticelli tra il clan De Luca Bossa-Minichini-Casella e la famiglia De Martino che fino al mese di agosto 2020 ha operato nel cartello criminale a sua volta espressione dell’Alleanza di Secondigliano.

Intanto Perquisizioni e controlli sono stati eseguiti oggi dai carabinieri della compagnia di Poggioreale nell’ambito del servizio di alto impatto disposto dal comando provinciale. In totale i militari hanno identificato 85 persone, 33 erano pregiudicati, e controllato 60 veicoli. In particolare sono quattro le persone denunciate: un 71enne per evasione, due parcheggiatori abusivi che operavano in via Argine nei pressi di alcune attività commerciali, e un 20enne sorpreso alla guida di uno scooter pur non avendo la patente. Il giovane dai controlli è poi risultato recidivo nell’ultimo biennio.

Sette sono state le persone sanzionate per violazione delle norme anticontagio, non indossavano la mascherina, e 12mila euro è il totale delle contravvenzioni elevate per infrazione al codice della strada. I carabinieri, infine, hanno anche controllato 24 persone sottoposte a misure limitative della libertà personale ed effettuato diverse perquisizioni. Analoghi controlli saranno effettuati nei prossimi giorni. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.