NAPOLI E LE COMUNALI TRA DEBITO E ALLEANZE: DE MAGISTRIS, BASSOLINO E PRC RILANCIANO

L’accordo al “bar di Posillipo”, il no di Manfredi, lo scontro interno ai 5 Stelle campani e la grande questione del debito. La politica napoletana si muove con estrema confusione verso le elezioni comunali nello schieramento giallorosso, civico e di sinistra mentre a destra attendono l’annuncio di Catello Maresca.

“Interessante che inizino a capire cosa significa amministrare Napoli. Ci sono stati tagli per un miliardo e mezzo dai governi, compreso quello del partito a cui fa riferimento in qualche modo Gaetano Manfredi. Ci sono state leggi che hanno soffocato i Comuni. Adesso mi fa piacere che tutti, da Roberto Fico a Gaetano Manfredi, si stanno rendendo conto di cosa è significato amministrare questa città senza soldi, con un debito ingiusto ereditato, e nonostante questo la lasciamo molto più sicura di quello che si possa pensare”.

Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris rispondendo ai cronisti che, in occasione dello svelamento dell’affresco restaurato di Mattia Preti su Porta San Gennaro, gli chiedevano un commento circa la lettera scritta ieri dall’ex ministro Gaetano Manfredi. “Tutte le aziende partecipate – ha aggiunto – sono state salvate e fortificate, abbiamo fatto assunzioni, stabilizzazioni di migliaia di lavoratori, non un licenziamento, non una privatizzazione di un servizio essenziale. Stanno capendo cosa significa amministrare Napoli: ci vuole coraggio, ma il coraggio, si sa, non si compra al mercato”. 

Per Antonio Bassolino, candidato indipendente dai partiti, “l’enorme confusione che regna sulle prossime elezioni comunali – dice – mi dovrebbe far piacere ed invece rattrista perché aggrava ancora di più la situazione. Mi sono candidato da oltre tre mesi su sollecitazione di tante persone e ben sapendo che la città è gravemente dissestata. Di fronte a noi si profila un cammino tutto in salita: è davvero molto difficile ma non impossibile. Dipende dalla collaborazione tra le diverse istituzioni, da un giusto sentimento di impegno civile, da ognuno di noi. È per questo che mi rivolgo a tutti i napoletani e lo faccio non contro ma al di sopra delle parti politiche e delle loro difficoltà a mettersi al servizio di una grande realtà come la nostra”.

A sinistra Rifondazione rilancia il cartello anti-liberista: “le forze politiche che stanno dietro a Manfredi, in realtà, non possono dare effettive garanzie a nessun candidato Sindaco se non qualche altro provvedimento-tampone che, comunque, è ancora da scrivere. È il momento di scelte coraggiose – afferma il segretario provinciale Rosario Marra – dettate anche dall’attuale crisi pandemica: occorre chiedere una deroga di tipo generale ai meccanismi della legge n. 243/2012 di attuazione dell’art. 81 della Costituzione sulla gabbia dell’equilibrio di bilancio”.

La possibilità di deroga è esplicitamente prevista anche da una disposizione della citata “legge rinforzata” e “va mantenuta fino a quando non si affronta con decisione una battaglia per una riscrittura del Patto di Stabilità Europeo riprendendo anche la richiesta formulata, alcuni mesi orsono, da oltre 100 economisti di cancellazione del debito della BCE”. “Centrodestra, centrosinistra, Cinque Stelle e loro rispettivi Candidati Sindaco, in pectore o meno, avranno mai il coraggio di impegnarsi in una simile battaglia? Noi pensiamo di NO e perciò ci muoviamo, insieme ad altre forze antiliberiste, al difuori dei poli esistenti”, conclude Marra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.