DA BAGNOLI A PONTICELLI: ANM INAUGURA 12 STAZIONI DI RICARICHE PER AUTO ELETTRICHE

Dodici stazioni di ricarica attive per auto elettriche a Napoli, da Bagnoli e a via Argine, e tre entro fine mese a Ponticelli, un kick off di una serie di 180 stazioni di ricarica in tutti i parcheggi di Anm. Significa questo l’inaugurazione, avvenuta ieri a Bagnoli, del primo hub pubblico di ricarica elettrica per le auto realizzato a Napoli da Be Charge, l’azienda che ha avuto da Anm l’incarico di installare la rete. Da oggi chi ha un’auto elettrica potrà parcheggiarla a Bagnoli e metterla in carica.

“Le stazioni di ricarica per le auto elettriche – ha spiegato l’amministratore unico di Anm Nicola Pascale – sono uno dei segni del nostro sguardo sul futuro, per farlo diventare presente. In questi mesi ci siamo impegnati con determinazione a portare avanti il progetto che doterà a breve alla città 180 colonnine di ricarica, spingendo i napoletani a scegliere l’elettricità come carburante, eliminando il loro peso sulla qualità dell’aria della propria città”.

“Le colonnine – ha aggiunto – sono un pezzo importante di un percorso: negli ultimi due anni abbiamo introdotto 180 nuovi bus a bassissime emissioni, stiamo ultimando il collaudo dei nuovi treni per la linea 1 della Metro, stiamo per attivare il nuovo filobus verso la zona ospedaliera. Un lavoro che Anm sta portando avanti guardando gli obiettivi posti dall’Ue che nel Green Deal del 2020 che punta a raggiungere la neutralità climatica in Europa entro il 2050, partendo dalla riduzione delle emissioni di almeno il 55% entro il 2030”. Il lavoro sulla rete di colonnine elettriche è stato eseguito da Be Charge che, dopo Bagnoli e Ponticelli, nei prossimi mesi attiverà le altre stazioni di ricarica distribuite negli altri parcheggi gestiti da Anm, tra cui il Brin, quelli nella zona ospedaliera e al Centro Direzionale. I siti di installazione di Anm multi-colonnina e con soste mediamente lunghe si prestano a realizzare servizi come il Vehicle to Grid (V2G) che Be Charge conta di sperimentare nel prossimo futuro.

 “Il nostro piano di sviluppo – ha commentato Roberto Colicchio, head of business development di Be Charge – è ambizioso: contiamo di installare circa 30mila punti di ricarica in tutta Italia nei prossimi 3-5 anni che erogheranno energia al 100% proveniente da fonti rinnovabili, per un investimento complessivo superiore ai 150 milioni di euro”.

“Siamo già a buon punto – ha sottolineato Colicchio – con oltre 4.500 punti di ricarica installati e altrettanti già autorizzati. In particolare, per noi il Sud Italia è molto importante per consentire a chi acquista un veicolo elettrico o ai turisti stranieri di poter viaggiare in tutto il territorio nazionale. Il progetto che inauguriamo oggi qui a Napoli può fungere da esempio per altri splendidi luoghi non ancora pienamente infrastrutturati. Per poter raggiungere la necessaria capillarità della rete è richiesta la collaborazione delle amministrazioni comunali che gestiscono il territorio e Anm si è rivelata molto lungimirante nelle sue scelte”.

“Speriamo – ha chiesto – che anche il Comune di Napoli possa pianificare a breve una rete di ricarica sul suolo comunale che vada a complementare quanto stiamo installando nei parcheggi in struttura gestiti da Anm. Noi siamo a disposizione per estendere la rete di ricaricare anche nei parcheggi su strada del Comune di Napoli e per replicare progetti simili anche in altri comuni della regione Campania e in tutto il Sud Italia con le amministrazioni che sapranno dimostrarsi proattive in questa delicata fase di cambiamento della mobilità. Il nostro ruolo industriale è proprio quello di investire risorse e capitali in una fase ancora iniziale del mercato ed affiancare le pubbliche amministrazioni che vogliono dotare i propri territori di una rete di ricarica per veicoli elettrici efficiente e innovativa”.

“Prosegue la svolta green che abbiamo fortemente voluto nel settore della mobilità e dei trasporti. Con l’installazione delle colonnine di ricarica per i veicoli elettrici nei nostri parcheggi in struttura – ha detto Marco Gaudini, assessore al Trasporto pubblico e alla Mobilità del Comune di Napoli – offriamo un’ulteriore servizio sostenibile nell’ottica di un sempre minore impatto ambientale per la nostra città. I servizi che presentiamo oggi si aggiungono alle numerose attività messe in campo dell’amministrazione in tema di micromobilità elettrica già avviata e quelle in via di realizzazione come il bikesharing elettrico. Inoltre stiamo lavorando per prevedere punti di ricarica per i veicoli elettrici anche in città. L’obiettivo è di favorire sempre di più l’intermodalità ed un trasporto sostenibile a zero emissioni”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.