GAETANO MANFREDI CANDIDATO PD-M5S: BASSOLINO PRIMO OSTACOLO PER BALLOTTAGGIO

(G. M. ) – Gaetano Manfredi candidato sindaco di Napoli Pd-M5S. L’ex ministro ha sciolto la riserva come dicono fonti interne al partito democratico. Il segretario dei dem napoletani Marco Sarracino scrive un criptico “la buona politica vince sempre” sulla sua pagina facebook dopo la notizia.

“In bocca al lupo, Gaetano Manfredi. Napoli merita passione e coraggio”, scrive su twitter il sottosegretario Enzo Amendola che era il nome “in panchina” per la candidatura Pd. Anche Sandro Ruotolo si affida a un tweet: “abbiamo il candidato sindaco che unisce il campo democratico. È Gaetano Manfredi esponente della società civile. Insieme 5 Stelle e forze progressiste, di sinistra ed ecologiste per battere la destra sovranista. Insieme, per amore di Napoli”.

Un plauso arriva anche dai 5 Stelle come il deputato Luigi Iovino: ” Per anni rettore della Federico II, tra le più prestigiose università in Europa, sono convinto che con Manfredi alla guida di Napoli ci sarà grande attenzione anche per il mondo degli studenti, che rappresentano una platea importante e troppo spesso trascurata. All’ex ministro va il mio sincero in bocca al lupo, con l’impegno di essere al suo fianco per restituire ai napoletani la città che meritano”.

Gli fa eco anche Valeria Ciarambino, portavoce pentastellata in consiglio regionale Campania: “sono certa che Gaetano Manfredi sia l’uomo giusto in questo particolare momento storico. La sua storia di rettore di una delle più prestigiose Università al mondo, il suo lavoro da ministro nel Governo Conte bis e la grande umanità dimostrata, non da ultimo, con la sua lettera pubblica, sono dimostrazione di grande competenza e di enorme attaccamento alla città. Personalmente sono pronta a dare tutto il mio contributo nell’interesse di Napoli e dei napoletani”. 

“Sosterremo al pieno delle nostre forze il patto per Napoli – scrive sui social il sottosegretario Carlo Sibilia – La città vive un dramma a livello di bilancio a causa delle precedenti gestioni disastrose, quindi rimbocchiamoci le maniche per risanare quei conti. Grazie a Conte e grazie a Gaetano Manfredi che ha accettato la sfida”.

L’ex rettore della Federico II avrebbe ceduto dopo il pressing dei due leader giallorossi Giuseppe Conte ed Enrico Letta dopo l’iniziale rinuncia a causa del grande debito in cui versa il Comune di Napoli.

Con la candidatura di Manfredi si potrebbe assestare la campagna elettorale dopo l’ufficializzazione di Catello Maresca “civico” di centrodestra. Per l’ex ministro, però, se il suo profilo asciugherebbe qualche candidato a sinistra (D’Angelo e deluchiani) resta l’ombra dell’outsider Antonio Bassolino: è lui il vero rischio per l’accesso al ballottaggio contro il magistrato antimafia che non dovrebbe avere problemi a passare il primo turno.

Sullo sfondo c’è anche la candidata Dema Alessandra Clemente che rappresenta, secondo i sondaggi, un altro 15% che porterebbe via voti all’ex ministro. Insomma, la coalizione giallorossa se ha risolto il problema del nome ora deve provare a tenere tutti dentro o quasi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.