GIOVANI IN FILA PER IL VACCINO A POZZUOLI: “VEDIAMO LUCE IN FONDO AL TUNNEL”

“Dobbiamo mantenere un livello di responsabilità generale perché non possiamo ritenere alle nostre spalle la pandemia da Covid e ci sono mesi impegnativi davanti”. Lo ha dichiarato il vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola durante lo speciale di Radio Crc condotto da Taisia Raio sull’open day “Johnson happy hour” di Pozzuoli dove Antonio Esposito, in collegamento, ha raccolto le voci dei primi under 30 vaccinati.

Bonavitacola ha poi rivendicato le iniziative campane sulle dosi a categorie diverse come le isole: “ora questa unità è diventata regola universale, come Pozzuoli e altre province. Ormai occorre dare un impulso, siamo arrivati a oltre 70mila dosi quotidiane. Rimane quel divario iniziale su cui il presidente si ripete e che proviamo a recuperare. Alle regioni abbiamo chiesto un criterio inverso: vaccinazioni alle fasce più giovani come la Campania che ha una popolazione molto giovane”.

Infine, il numero due di Palazzo Santa Lucia si è dichiarato ottimista: “i dati parlano chiaro e sono quelli che lei ha citato correttamente. Se non avessimo avuto un ritardo iniziale saremmo ancora più avanti. Bisogna essere fiduciosi che il riequilibrio avvenga e l’impegno delle strutture sul territorio è stato encomiabile, ovviamente ci sono state criticità come tutte le azioni di massa”.

A Pozzuoli i giovani si sono messi in fila in modo ordinato e non sono mancate reazioni dopo il vaccino, soprattutto per l’ansia. Il sindaco del comune flegreo Vincenzo Figliolia, intervenuto telefonicamente, si è detto “contento perché i giovani vengono sempre accusati per la movida, invece stanno partecipando e sono loro ad aver subito molto la chiusura dovuta alla pandemia”

Infine, il virologo Fabrizio Pregliasco ha confermato ottimismo ma anche prudenza: “la velocità della campagna vaccinale fa vedere luce in fondo al tunnel ma bisogna fare sempre attenzione. Siamo ancora al 38% della prima dose e dobbiamo arrivare al 50% per fare ciò che accade in Inghilterra”

“Ben vengano le vaccinazioni ai giovani – ha poi aggiunto – perché non si ammalano e non fanno ammalare i familiari. È chiaro che l’aspetto del ballo è uno step successivo: aspettiamo maggiori aperture. Le cose volgono al meglio ma la discoteca senza ballo guardiamola come un primo approccio. Credo che davvero siamo sulla strada giusta ma senza sbandare e senza eccedere con la velocità”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.