NAPOLI,SU INAUGURAZIONE ANTON DHORN MARESCA ACCUSA: “TRASFORMATA IN COMIZIO”

“Le istituzioni sono di tutti i cittadini, non sono solo di qualcuno o di una parte politica, quindi devono essere anche gelose della loro imparzialità. L’imparzialità delle istituzioni è davvero un valore. Credo, quindi, che da questo punto di vista non sia stata una bella immagine”.

Lo dice il candidato sindaco di Napoli Catello Maresca interpellato da radio Punto Nuovo sull’iniziativa in programma domani, l’inaugurazione dell’acquario storico della stazione zoologica Anton Dohrn, che vede tra gli invitati anche Gaetano Manfredi, candidato sindaco di centrosinistra e Movimento 5 Stelle.

“Non vorrei che una parte politica – sottolinea il magistrato – tendesse a trasformare delle inaugurazioni o comunque delle istituzioni come comizi elettorali. I comizi si fanno altrove, si fanno forse nella vera unica istituzione imparziale, cioè tra la gente”. Per Maresca ci sono “tutte le premesse” perché l’iniziativa di domani si trasformi in un “comizio. C’è Manfredi, c’è Roberto Fico – ricorda – sembra tutto organizzato per bene da questo punto di vista. Comunque – aggiunge – non partiamo con le polemiche, non ho nulla contro l’ex rettore, il professore Manfredi. Ma l’Anton Dohrn è un’istituzione, la stazione marina zoologica più antica d’Europa, un vanto per la nostra città. Io faccio parte di altre autorevoli istituzioni, sono un magistrato e un professore dell’università Vanvitelli, però sono istituzioni che si stanno comportando in maniera assolutamente diversa e con buonsenso, con correttezza. Non dobbiamo dare l’impressione che alcune istituzioni abbiano una gestione domestica, familiare. Purtroppo non è la prima volta che succede”

“A sinistra i miei avversari”

“Se vogliamo parlare di ideologia, le parti a me avverse sono tutte ideologicamente orientate, sembrano tutte di sinistra o di centrosinistra. Se si vuole fare una classificazione, allora dico che se loro stanno a centrosinistra, io sto da un’altra parte”.

Ha aggiunto poi Catello Maresca. Il magistrato ribadisce di star portando avanti “un progetto civico, che ha un’ideologia. Ma la nostra ideologia principale è Napoli e sono i napoletani”.

“A me – aggiunge – piacciono poco le classificazioni alle amministrative. Ci sono dei temi che sono universali: la vicinanza alla gente, ai cittadini, non sono prerogative di destra o di sinistra. Noi le portiamo avanti come prerogative per la città, poi se qualcuno ci vorrà classificare ci classificherà, noi andremo avanti”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.