BIKE SHARING DEL COMUNE DI NAPOLI CON SPONSOR Q8: SOTTO INCHIESTA PER RIFIUTI TOSSICI

( G. M. ) – “Le avete già viste in giro? Sì, da domani torna il bike sharing a Napoli”. Così scrive l’assessora comunale e candidata sindaco di Napoli Alessandra Clemente. Peccato che le bici portano come sponsor la Q8, multinazionale sotto inchiesta per smaltimento di rifiuti tossici e nel mirino delle proteste dei comitati cittadini per il progetto di un deposito di Gas naturale liquido insieme a Edison.

Sui social non sono mancati i commenti critici di giovani e attivisti della zona. “Quanta cecità!! Chiedetegli i soldi per le bonifiche”, scrive Marco Ferruzzi dell’associazione K Marin.

“Odio la polemica sterile. E credo che il bike sharing sia un grande strumento di mobilità sostenibile. Ma dovevamo per forza trovarci il logo della Q8 sulle biciclette? Con tutto quello che è successo in relazione a questa azienda e che succede ancora a pochi chilometri da quelle biciclette?”, commenta Pietro Sabatino, giovane ricercatore e attivista di San Giovanni.

Nel nome dell’ambientalismo sostenibile si rischiano “transizioni” pericolose. E questa decisione in piena campagna elettorale potrebbe essere un clamoroso boomerang, almeno per chi abita i quartieri di Napoli Est fortemente a rischio per gli impianti inquinanti e le mancate bonifiche.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.