CAMORRA, SCIOLTO COMUNE MARANO: “A NAPOLI AMPIE ZONE CON DEMOCRAZIA SOSPESA”

“Ho appena appreso che il Consiglio dei Ministri ha deciso di proporre lo scioglimento del Comune di Marano per infiltrazioni camorristiche”. L’annuncio è del parlamentare M5S Andrea Caso che in una nota conferma ciò che era nell’aria da mesi nel comune della provincia nord di Napoli. A fine 2020 era arrivata la Commissione d’accesso e la stampa locale aveva più volte anticipato che per l’Amministrazione Visconti erano giorni contati. Ora arriveranno i commissari e finisce la gestione del primo cittadino Pd.

“Si tratta del secondo scioglimento a distanza di pochi anni – prosegue Caso – in una città che vede anche un altro (ormai ex) sindaco sotto inchiesta per un reato grave come quello di concorso esterno in associazione mafiosa. Questa decisione, non di certo felice per la nostra città, era purtroppo già nell’aria e più volte ne avevo parlato, sollecitando anche le autorità competenti a vigilare e agire”.

Sulla vicenda è intervenuto anche il senatore Sandro Ruotolo che nei giorni scorsi aveva denunciato la sfilata del boss in ferrari ad Arzano e si è fatto promotore della commissione d’accesso per il comune di Castellammare. “Con la decisione di oggi – scrive Ruotolo – è la quarta volta, in pochi anni, che il comune di Marano di Napoli viene sciolto per infiltrazioni della camorra. Un provvedimento che si aggiunge a quello di Arzano, dove già ci sono i commissari prefettizi e poi c’è la commissione d’accesso a Castellammare di Stabia mentre a giorni si deciderà su Torre del Greco e infine accertamenti sono in corso a Torre Annunziata dove fenomeni di corruzione hanno messo in discussione la giunta comunale. Il livello di saldatura tra camorra, politica e settori della pubblica amministrazione nei comuni della provincia di Napoli rappresenta ormai una vera e propria emergenza nazionale. Parliamo di oltre 250 mila cittadini a cui sono tolti i diritti democratici di essere governati. Ci sono ampie zone del territorio napoletano dove la democrazia è sospesa. La politica deve rinnovarsi e schierarsi perché o si sta contro le mafie o si è complici”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.