TORNA IL “CINEMA INTORNO AL VESUVIO”: SI PARTE CON IL LIGABUE DI ELIO GERMANO

Quarantaquattro giornate di cinema all’aperto con importanti focus sul cinema napoletano, sul nazionale di qualità e sul cinema per ragazzi, appuntamenti con ospiti, cortometraggi, serate con ospiti sulle terrazze di Villa Bruno, per una ripartenza in grande stile. Una nuova sfida per Arci Movie che, nonostante difficoltà legate al periodo di pandemia e alle conseguenti restrizioni, ha deciso di realizzare l’edizione XXVIII di Cinema intorno al Vesuvio, la rassegna estiva ospitata a Villa Bruno realizzata con il comune di San Giorgio a Cremano, la Regione Campania ed il Ministero della Cultura.

 Ad aprire la rassegna sabato 26 giugno alle 21.15 (il film è in programma anche domenica 27 giugno) sarà il pluripremiato ‘Volevo nascondermi’ (2020, 120′) di Giorgio Diritti film che ha trionfato ai Nastri d’Argento, ai David di Donatello e al Festival di Berlino con uno straordinario Elio Germano nei panni del pittore Antonio Ligabue.

Il film racconta la vita dell’artista, che sin da bambino trova nella pittura il suo personale riscatto al senso di solitudine ed emarginazione. Una storia che rappresenta anche un’occasione per riflettere sull’importanza della “diversità”, intesa come qualità, talento e dote preziosa che appartiene a ogni essere umano, che lo rende unico e capace di offrire qualcosa di utile alla società.

 “Arci Movie riparte con il grande cinema per la nostra arena di San Giorgio a Cremano – dice Roberto D’Avascio, presidente di Arci Movie – Tutta la nostra associazione ha fatto in queste settimane uno sforzo enorme per ripartire a Villa Bruno con una rassegna lunga, di grande qualità, con tanti incontri ed ospiti per andare incontro al nostro pubblico, in astinenza da cinema da troppo tempo. Il cinema si fa insieme ai nostri soci, ai tanti spettatori che ci seguono da anni, agli appassionati di cinema. Si riparte bene solo se saremo tutti insieme. La nostra arena sarà di nuovo piena di tante presenze in sala davanti al grande schermo e questo restituirà un senso al nostro lavoro”

 “Cinema intorno al Vesuvio rappresenta la ripartenza dei grandi eventi nella nostra città – fa sapere il Sindaco Giorgio Zinno. Quasi 50 giorni di cinema e serate con ospiti del panorama cinematografico nazionale, nel nostro meraviglioso parco di Villa Bruno, appena restaurato. L’inaugurazione della rassegna, curata da Arci Movie, coinciderà quindi con la parziale riapertura al pubblico di una prima parte del parco. Una sorta di “battesimo culturale” che restituisce alla nostra comunità quella vivacità artistica di qualità, a cui la nostra città era abituata. Cinema Intorno al Vesuvio infatti è approdata in città 5 anni fa e rappresenta una delle kermesse più attese, non solo dai sangiorgesi ma da gran parte dei cittadini che vivono in provincia di Napoli, proprio per la qualità del programma e per il prestigio degli ospiti che vi prendono parte”.

 La rassegna prosegue, lunedì 28 giugno (in programma anche il 29 giugno), con la proiezione di La dea fortuna per la regia di Ferzan Ozpetek con Stefano Accorsi, Edoardo Leo, Jasmine Trinca, Sara Ciocca, Edoardo Brandi, Barbara Alberti, Serra Yilmaz. L’arrivo di due bambini lasciati loro in custodia per qualche giorno, potrebbe dare alla relazione di Arturo e Alessandro un’insperata svolta. Il film ha ottenuto 8 candidature e vinto 3 Nastri d’Argento, 4 candidature e vinto un premio ai David di Donatello.

Mercoledì 30 giugno, primo evento della rassegna con ospiti: il regista Antonio Capuano e l’attrice Teresa Saponangelo presentano Il buco in testa, il film diretto da Capuano con la stessa Saponangelo, Tommaso Ragno, Francesco Di Leva, Vincenza Modica, Gea Martire. Una giovane va alla ricerca del terrorista che ha ammazzato il padre quando era piccola. Il film ha ottenuto 2 candidature ai Nastri d’Argento.

Confermato l’appuntamento, molto apprezzato dal pubblico, con “Corti in villa”, giunto alla quarta edizione, una selezione di cortometraggi provenienti dai più importanti festival italiani e stranieri. “Questa edizione di Cinema intorno al Vesuvio – dichiara Antonio Borrelli, curatore di Corti in villa –  è piena di contenuti, con due focus importanti sul cinema italiano e sul cinema napoletano, numerosi incontri con ospiti, conversazioni sul cinema, e, infine, una nuova offerta di cortometraggi italiani e internazionali, capaci di raccontare al meglio – tra fiction, animazione e documentario – questa forma di espressione artistica, spesso vera e propria palestra per i nuovi talenti”.

 Si parte il 3 agosto con BEING MY MOM di Jasmine Trinca (Italia, 2020 – 12’) che ha partecipato alla Mostra del Cinema di Venezia nella Sezione “Orizzonti”. In una torrida giornata, in una Roma deserta, una madre e una figlia camminano senza sosta, trascinando una grande valigia. Le due sembrano cercarsi, sfuggirsi, ribaltare continuamente i loro ruoli naturali. Finché, in un solo gesto, si disvela davanti a loro l’epifania inaspettata di quell’amore.

Si replicano anche gli Incontri in Terrazza sulle splendide terrazze di Villa Bruno; in questa edizione sono attesi: Daniele Gaglianone, Angelo Curti, Rosita Marchese, I fratelli De Serio, Antonietta De Lillo e Giuseppe Borrone.

Le arene estive di Arci Movie nascono nel 1994 con l’idea di animare l’estate dell’area vesuviana con il cinema sotto le stelle. In poco tempo, ma con costanza, il progetto si è ampliato con l’organizzazione di diverse arene estive, immaginando un vero e proprio percorso del cinema alle pendici del Vesuvio: a partire da Ponticelli, passando per Torre del Greco, San Sebastiano al Vesuvio, Cercola, Volla, Pomigliano d’Arco, Boscoreale, San Giorgio a Cremano, fino ad arrivare a Santa Maria Capua Vetere. Questi appuntamenti estivi testimoniano da anni lo sforzo culturale dell’associazione nella promozione del cinema e della cultura per un pubblico più ampio e diversificato, attraverso una proposta quotidiana, dalla fine di giugno alla metà di settembre, arricchite da eventi speciali, incontri con ospiti del mondo dello spettacolo e della cultura, film per bambini e anteprime nazionali con più di 20.000 presenze l’anno. Le arene, così come lo storico Cineforum organizzato al Cinema Pierrot, nascono grazie al contributo di un collettivo che attraversa diverse generazioni e che arriva fino ad oggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.