CAFIERO DE RAHO RINNOVA L’APPELLO AL PREMIO LAMBERTI: “NO A VOTO SOSTENUTO DA CAMORRA”

“È importante innanzitutto avere un voto che non sia quello sostenuto dalla camorra, che non sia quello del serbatoio dell’illegalità, che deve essere emarginato. Coloro che vanno a ricoprire un impegno così importante come quello rappresentativo della città devono essere persone non solo al di sopra di ogni sospetto ma al di fuori di ogni compromesso e di ogni accordo, anche lontano, con determinate categorie. E soprattutto devono essere i garanti della legalità”.

Lo ripete ancora una volta il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho dopo averlo detto a Ponticelli e a Radio Crc. Interpellato dai cronisti, a margine del premio Amato Lamberti, sulle liste elettorali che saranno presentate alle prossime elezioni amministrative di Napoli, per de Raho, i candidati devono “proteggere la città dall’illegalità. Quindi, credo che il segno di una campagna elettorale che sia effettivamente corrispondente alle esigenze della città – ha spiegato – deve guardare sicuramente all’impegno per lo sviluppo economico, sociale, ma qui al Sud è la camorra che genera povertà, genera disuguaglianza, genera confusione. Quindi, credo che questa sia una posizione ferma che la politica deve assumere”.

Le sue affermazioni arrivano dopo le continue notizie di commissioni di accesso e scioglimento per infiltrazioni di comuni dell’area metropolita: da Marano a Volla fino all’area Torrese-Stabiese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.