NAPOLI, EMERGENZA 118: FEDERCONSUMATORI AL PREFETTO: “ASSOLUTO ALLARME SANITARIO E SOCIALE”

Federconsumatori Campania, appreso della drammatica condizione del servizio 118 a Napoli rende noto di aver inviato al Prefetto una nota invitando il responsabile dell’ordine pubblico ad intervento immediato per “una situazione d’assoluto allarme sia sanitario che sociale stante il crescente stato d’insofferenza della popolazione per i continui ritardi e disservizi”.

L’associazione vuole che si spieghi a fronte di un fabbisogno sanitario pari come minimo ad 1 mezzo di soccorso avanzato ogni 60.000 abitanti, “come si possa giungere ad una risposta delle istituzioni sanitarie in molti casi addirittura dimezzata pari a circa 1 mezzo di soccorso avanzato ogni 120.000 abitanti. Apprendiamo addirittura che su circa 90 medici necessari, l’azienda ne avrebbe a disposizione solo una trentina, e che sarebbero venute meno alla rete d’emergenza molteplici postazioni anche per il gravissimo inadempimento di operatori privati ad obblighi contrattuali nel supportare i mezzi con personale infermieristico. Tanto senza alcuna apparente reazione da parte delle autorità preposte ad un’inevitabile turbativa arrecata al regolare svolgimento di un servizio pubblico”.

“Non si possono surrogare professionisti infermieri con dei semplici volontari nel soccorso avanzato – continua Federconsumatori – Non è possibile, né lecito, ancor più in tale situazione, vedere ancora i mezzi e personale del 118 distolti dal loro compito primario per convenzioni, per trasporti secondari o per servizio presso i centri vaccinali, mentre non si attivano mezzi nuovi già acquistati ed attualmente in deposito. Né è accettabile che si continui a non richiamare il personale convenzionato 118 illegittimamente allocato negli ospedali e negli ambulatori od a porre rimedio definitivo alla vergognosa prassi del tardivo sbarellamento”.

A fronte della progressiva inarrestabile dequalificazione del servizio 118, “invitiamo le istituzioni sanitarie ad un’immediata inversione di marcia che ponga nuovamente i cittadini al centro della rete dell’emergenza, rammentando che l’appropriatezza del soccorso non è dissociabile da qualità e tempestività della prestazione da parte di professionisti appositamente addestrati. Si richiami tutto il personale della rete territoriale d’emergenza impegnato in servizi non primari e si ristabiliscano le priorità del 118”, conclude Federconsumatori Campania.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.