#VOTONAPOLI – IMMACOLATA ROMANO, LA GIOVANE PENALISTA IN CAMPO PER LA PERIFERIA EST

Ha solo 32 anni Immacolata Romano, Titti per chi la conosce bene. Avvocato penalista e già consigliera comunale a Cercola (si è dimessa per candidarsi, ndr), lavora tra periferia orientale di Napoli e la zona vesuviana. Condivide il suo studio con il collega e compagno Giuseppe Milazzo nel quartiere San Giovanni a Teduccio. Ha scelto di scendere in campo in queste elezioni comunali partendo proprio dalla sua “zona est”.

Romano si candida con Centro Democratico che sostiene Gaetano Manfredi, un partito che punta su giovani professionisti da cui poter “ricostruire la città”. La giovane penalista ha un sogno che è un punto del suo programma come un’onda che può segnare un cambiamento concreto: “integrazione del Museo ferroviario di Pietrarsa con il lungomare di S. Giovanni a Teduccio e con le rotte marittime per Sorrento, costiera amalfitana Capri, in modo da farne un attrattore turistico verso il quartiere. Ciò andrà espletato anche alla luce del punto precedente e con un’ottica di valorizzazione dei percorsi interni al quartiere, con il coinvolgimento degli esercenti locali”.

La priorità, però, è la situazione preoccupante su ambiente e salute. “Un vero e proprio genocidio sociale è quello della zona est. Negli ultimi anni – dice Immacolata Romano – c’è stato un incremento vertiginoso dei morti per malattie tumorali nei quartieri di Barra, Ponticelli e San Giovanni a Teduccio. Per gli abitanti di questi quartieri in gran parte dei casi scoprire di essere ammalati di cancro è niente altro che la macabra premonizione di un decesso dietro l’angolo”. 

Va restituita al triangolo industriale di Napoli una vivibilità degna di chi ci abita”.

E poi c’è la questione sociale, attraverso lo sport e le attività educative con le tante strutture da recuperare e mettere in funzione. “Servizi sportivi, interamente a carico del Comune – scrive nel programma Romano – per i ragazzi in svantaggio economico, a cui destinare strutture in disuso da riqualificare o alcune ore nelle strutture comunali affidate in gestione. Valutare anche l’attivazione di un fondo comunale mediante il quale pagare l’attività sportiva presso le strutture comunali esistenti”.

Infine, Titti sa bene quale sarà il primo nemico da combattere in questi quartieri-dormitorio: “l’ignoranza è il primo nemico della città e delle sue periferie, non devono essere prigioni a cielo aperto”. Immacolata Romano, classe 1989, è pronta per questa nuova battaglia. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.