NAPOLI. VIA MURALES DI UGO RUSSO, IL PADRE: “ACCANIMENTO DI PAGLIACCI IN CERCA DI VOTI”

“Come sempre ci atterremo alle sentenze. Noi non siamo contro lo Stato, ma non resteremo in silenzio. Deve essere fatta verità”. A dirlo è Vincenzo Russo, papà di Ugo, il 15enne ucciso la notte del primo marzo 2020 a Napoli durante un tentativo di rapina ai danni di un carabiniere fuori servizio e oggi indagato. Russo è intervenuto durante una conferenza convocata dal comitato ‘Verità e giustizia per Ugo Russo’ per annunciare un ricorso al Consiglio di Stato contro una recente sentenza del Tar che ha dato il via libera alla cancellazione di un murale in ricordo dell’adolescente.

“Noi familiari – spiega il padre del giovane – non riusciamo a capire il perché di tanto accanimento nei nostri confronti da parte di persone che fanno propaganda politica per racimolare voti. Prendono in giro la città di Napoli”.

“Questi personaggi – continua – dicono di voler cancellare il murale di Ugo, realizzandone un altro in ricordo di una vittima della delinquenza. Per il Tar il problema non è Ugo, ma sono i murale che non si possono realizzare. A loro dico di leggersi le carte, di non fare i pagliacci per racimolare voti”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.