NAPOLI AL VOTO, QUALI SCENARI DOPO L’ESCLUSIONE DELLE LISTE DI MARESCA E DELLA LEGA

G. M. – Ormai è ufficiale, anche il Consiglio di Stato “condanna” 4 liste a sostegno di Catello Maresca: le due che portano il suo nome, quella animalista e la clamorosa esclusione della Lega di Salvini. Decine di candidati tra Comune e Municipalità che non saranno nella competizione e alcune migliaia di voti che restano “orfani”. Il dato però è chiaro: questa batosta è tutta politica per la sfida del magistrato che rischia anche la possibilità di andare al ballottaggio.

Dall’aspirazione civica al confronto con il centrodestra fino all’investitura di Salvini con i mal di pancia in Forza Italia e nel partito della Meloni l’esperienza di Maresca ha avuto mesi di spinte, frenate e strappi. Una svolta carica di tensioni è avvenuta anche sulla comunicazione passando dal giornalista Paolo Chiariello al team di professionisti di area leghista. Poi sul piano politico la vicenda della candidatura di Hugo Maradona che ha scatenato l’ira dei figli del Pibe de oro con conseguente presa di posizione sulla strumentalizzazione del nome del padre.

Marco De Marco, editorialista del Corriere del Mezzogiorno ed ex direttore del giornale, attento analista politico così scrive: “la bocciatura delle liste, ormai accertata in via definitiva, è un fatto grave: per il centrodestra, per il progetto ‘civico’ che Maresca comunque portava avanti, e per l’intera città, perché sono evidenti gli effetti dirompenti sulla campagna elettorale, a partire dallo squilibrio che ora si determina tra gli schieramenti in campo. Ma di tutto questo, Maresca, che più volte si è dichiarato garante delle proprie liste, non può che prendersela con se stesso: per come ha costruito la sua candidatura, per come ha tessuto la sua rete di alleanze, e per come ha valutato i fatti alla luce della sua lunga esperienza di uomo di legge”.

“Squilibrio negli schieramenti in campo”: cosa accadrà adesso con il flusso elettorale e un Manfredi a un passo dalla vittoria al primo turno? Spera Antonio Bassolino. L’ex sindaco proverà a intercettare indecisi ed elettori “orfani” per provare la grande sfida tutta di centrosinistra al ballottaggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.