LA FAIDA DI PONTICELLI, BATTESIMO DI FUOCO PER MANFREDI. LIBERA: “ROMA IGNORA QUESTA GUERRA”

Un’iniziativa di Libera a Ponticelli

G. M. – L’agguato di Ponticelli, quali scenari adesso? Un intero quartiere è sotto scacco di questa faida, innocenti rischiano la vita tra bombe e agguati. È il battesimo di fuoco del neo sindaco Gaetano Manfredi che nel suo programma ha inquadrato il problema numero uno della città: i rioni ai margini, quelli tagliati fuori dal consesso civile e produttivo.

Un 23enne incensurato ma figlio illegittimo del boss freddato con 7 colpi davanti alla compagna incinta è una scena da Gomorra. Solo che questa non è fiction ma la realtà quotidiana di interi pezzi cittadivi privi di qualsiasi riferimento.

Per Libera questa guerra è “emergenza nazionale, anche se a Roma nessuno se ne accorge e a lottare contro la criminalità organizzata sono rimaste solo le reti di quartiere. La periferia di Napoli è teatro di una pericolosa recrudescenza criminale che nasconde affari, economie informali e relazioni criminali sempre più fitte”.

Libera Campania commenta così l’omicidio della scorsa notte nella periferia orientale di Napoli. “Lo Stato deve dare un segnale, concreto, efficiente ed efficace, per non lasciare sole le reti sociali, culturali e civiche che denunciano e resistono al ricatto e alla violenza delle camorre nel quartiere e che quotidianamente non rinunciano alla possibilità di cambiare il luogo che si ama e si abita,anche quando tutti fanno finta di non accorgersene. Qualcuno – si legge in una nota diffusa da Libera – dimentica che Ponticelli, non è solo periferia. Ponticelli è Napoli e lo scontro tra clan è una guerra che coinvolge e interessa l’intera città”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.