DE MAGISTRIS SCATENATO SUI SOCIAL: STUDENTI INONDANO LE SUE “STORIES” E LITIGA CON DE GREGORIO

G. M. – È scatenato Luigi de Magistris sui social. Con l’allerta maltempo per oggi sta condividendo decine e decine di stories su Instagram dove gli studenti lo taggano: “mi manchi”, “nessuno come te” e via sottofondi con canzoni trap, neomelodiche e Pino Daniele. Da ieri sera l’ex sindaco di Napoli condividi ininterrottamente i messaggi dei ragazzi che già durante la sua consiliatura esprimevano il loro “affetto” ironico e colorito ad ogni ordinanza di chiusura delle scuole per il maltempo. E lui ringrazia: “il vostro sindaco per sempre”.

Botta e risposta con De Gregorio

Ma non si ferma alle stories il de Magistris “social”. Sulla sua pagina Facebook è scoppiata la polemica dopo la “prima pillola narrativa” che ripercorre i suoi anni da primo cittadino. Il tema è quello dei rifiuti e de Magistris, pubblicando due foto tra il 2011 e il 2021, scrive: “la Napoli che trovai quando divenni Sindaco nel 2011, sommersa dai rifiuti. La puzza nell’olfatto di tutti i cittadini. L’odore nauseabondo impediva anche di uscire ed andare a mangiare al ristorante. Di turisti nemmeno l’ombra. L’immagine nazionale ed internazionale distrutta. Napoli cancellata dalle rotte del turismo. Le persone sfiduciate camminavano con il capo chino e non credevano nel riscatto.  Nell’altra fotografia vedete la Napoli con un fiume di turisti alla fine del nostro mandato.  Negli ultimi sette anni, pandemia mondiale esclusa, Napoli ha raggiunto numeri turistici eccezionali, senza precedenti. Tra le prime città al mondo cliccate sui social, prima in Italia per crescita turistico-culturale, primo set cinematografico all’aperto. Migliaia e migliaia di attività economiche nate; migliaia e migliaia di posti di lavoro; economia circolare in forte espansione; immagine nazionale ed internazionale molto forte. Togliere montagne di rifiuti da terra è stata un’impresa durissima e difficilissima. Abbiamo dovuto scassare un sistema criminale e senza soldi e con pochi uomini risolvere quella che era un’emergenza nazionale”.

A seguire ci sono centinaia di commenti, pro e contro l’ex pm. Si distingue un fedelissimo di Vincenzo De Luca, il presidente di Eav Umberto De Gregorio: “Si, grazie a Berlusconi i rifiuti vennero rimossi”, commenta.

Secca la replica di de Magistris: “certe volte rispondere a te che dovresti sapere, ma fai finta di non sapere, è davvero una perdita di tempo. Perché pur sapendo menti sapendo di mentire. I rifiuti li togliemmo noi con le lavoratrici ed i lavoratori di Asia, nonostante l’alleanza di fatto tra Berlusconi al Governo ed il tuo partito che aveva governato Comune e Regione lasciandoci montagne e montagne di rifiuti ovunque con una città piegata e mortificata. Se vuoi per rinfrescarti la memoria te le giro tutte le foto. Un archivio di vergogna politica per la quale si dovrebbe chiedere scusa e non mentire. Mi fermo qua perché preferisco rispondere ai tanti cittadini che giustamente vogliono sapere o criticano in perfetta buona fede”.

Questa è la versione del Dema fuori dai giochi e con il dente avvelenato, soprattutto contro chi pensava fosse un “fido alleato” permettendo di sedere su poltrone di assessorati alcuni signor nessuno che hanno abbandonato il carro alla fine dei suoi 10 anni di Amministrazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.