NAPOLI, ROGO NELLA FABBRICA TRA ARZANO E CASORIA: NUBE NERA FINO A CAPODICHINO

Foto pagina facebook Terra nostrum Trentola Ducenta

La settimana della provincia nord di Napoli inizia con un grande rogo industriale. Da questa mattina, poco dopo le 7, è in fiamme un depositio di materiali plastici a al confine tra Arzano e Casoria.

Sul posto ci sono squadre di Vigili del fuoco e al momento non si registrano feriti. A darne notizia è la pagina Terra Nostrum Trentola Ducenta che pubblica le prime foto.

Alcuni testimoni sul posto parlano della nube di fumo anche molto vicina all’aereoporto internazionale di Capodichino.

“Si consiglia, a scopo precauzionale, di tenere le finestre chiuse, di evitare spostamenti non necessari e di non intralciare le strade ai mezzi di soccorso”. Lo raccomanda la sindaca di Arzano, Cinzia Aruta, in relazione all’incendio divampato in un capannone dell’area industriale della città. “Sono due – specifica – i focolai” sui quali sono al lavoro i vigili del fuoco e le forze dell’ordine che “si stanno coordinando per la messa in sicurezza del sito”.

“È davvero improbabile che tutti questi incendi che stanno colpendo aziende del nostro territorio siano frutto soltanto di coincidenze”. La pensa così il consigliere regionale campano di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli, che chiede “alle autorità e alla magistratura di accendere un riflettore su questo fenomeno e di aprire un fascicolo. Questi roghi tossici stanno avvelenando la nostra terra e a farne le spese sono i cittadini”. 

“L’ennesimo incendio di materiali plastici in provincia di Napoli, deve imporci di alzare il livello di allarme su tutto il territorio regionale. Parliamo del quinto rogo dello stesso tipo, che segue di appena un mese l’incendio divampato in un deposito di accessori per auto ad Airola. Per questa ragione ho scritto all’ufficio di presidenza della Commissione ambiente, di cui sono membra e segretaria, affinché sia convocata al più presto una seduta che affronti la questione in maniera esclusiva. Bisogna concentrare ogni sforzo per contrastare un fenomeno che oramai ha assunto i connotati di una vera e propria emergenza. Convocheremo in audizione giunta, comitati civici e sindaci dei territori dove è alta la concentrazione di capannoni industriali dove è stoccato materiale ad elevato rischio di incendio. Questa emergenza deve diventare una priorità per la nostra Regione”. Così la segretaria della Commissione regionale Ambiente e consigliera regionale M5S Maria Muscarà. 

(seguono aggiornamenti)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.