BRINDISI, LIPPOLIS (CONFINDUSTRIA): “SU ERRATA ALLOCAZIONE RISORSE PNRR RISCHIO BOOMERANG”

“I ritardi che riscontriamo sul PNRR non ci fanno ben sperare. Una mancata o una errata allocazione delle risorse rischia di diventare un boomerang. Questa è un’ombra sulla ripresa che deve: far tremare i polsi a tutti noi. I fondi di Next Generation EU debbono essere la grande opportunità per il nostro Paese ed il Mezzogiorno. Il rischio che il Paese non sia pronto a ricevere i finanziamenti è un’ipotesi che non vogliamo nemmeno valutare.”

Lo ha dichiarato il Presidente di Confindustria Brindisi Gabriele Menotti Lippolis nel corso dell’Assemblea Annuale in corso nella città pugliese a cui partecipano tra gli altri il Presidente di Confindustria Carlo Bonomi e il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

“Non dimentichiamo ha continuato Lippolis- che la gran parte di queste risorse sono debiti che stiamo contraendo noi ma che dovranno pagare i nostri figli. Se vogliamo che queste risorse siano debito buono e non debito cattivo, per parafrasare il Presidente Draghi, c’è ancora tanto da fare. Ce la possiamo e dobbiamo fare ma la strada è in salita. I dati della Commissione Europea sulla capacità di impegno e spesa delle risorse europee di ogni Paese sono impietosi e sottolineano la gravità della situazione. L’Italia è ultima in Europa per capacità di impegno delle risorse europee. Tra le ultime sei per capacità di spesa. Un dato ancor più inaccettabile oggi perchè tutti sappiamo che nell’ambito del PNRR, saper spendere sarà condizione necessaria per assicurarsi i fondi. E sappiamo che la capacità di spesa condizionerà il giudizio di operatori e mercati. Perchè non dimentichiamoci che stiamo contraendo debito. Per queste ragioni nella realizzazione dei progetti del PNRR l’Italia dovrà mostrare una capacità di spesa migliore di quella mostrata nel Quadro Pluriennale precedente 2014-2020. In un anno il SUD deve spendere 26,5 miliardi di euro: in 7 anni ne ha spesi 3,8.”

“Gran parte della crescita che stiamo vivendo oggi ha continuato Lippolis- è dovuta  al fatto che ci confrontiamo con una diminuzione del PIL molto profonda del -8,9% nel 2020.
E se non spendiamo bene i soldi del PNRR, se non vengono investiti nell’aumentare la crescita potenziale dell’Italia e ancor più del nostro Sud e di realtà come Brindisi, torneremo a tassi di PIL poco superiori allo 0%. Anche perchè ancora non abbiamo chiuso il gap rispetto ai livelli pre-Covid. Se non ci saranno ulteriori problemi dovuti alla pandemia dovremmo recuperare i livelli persi con la crisi solo nel corso del 2022. Perdonatemi la franchezza ma, per citare un detto popolare: non possiamo mettere la polvere sotto al tappeto. Dobbiamo essere onesti con noi stessi. Dobbiamo affrontare i problemi nella loro complessità.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.