GALLERIA UMBERTO I, NAPPI (LEGA): “AL VIA PETIZIONE PER BANDO INTERNAZIONALE DI IDEE

“Contrastare ad ogni livello il degrado che attanaglia la Galleria Umberto I, in questi anni completamente abbandonata dalle istituzioni, e rilanciare Napoli attraverso il recupero di uno dei suoi principali simboli. Da oggi sarà possibile aderire alla mia proposta, lanciata nei giorni scorsi, di indire un bando di idee aperto ai grandi marchi nazionali e internazionali, firmando la petizione sulla piattaforma change.org, a questo link https://www.change.org/p/bando-di-idee-contro-il-degrado-della-galleria-umberto-i-di-napoli.


L’obiettivo è quello di strappare all’incuria un fiore all’occhiello di Napoli, restituire bellezza alla città puntando sulla sinergia tra player pubblici e privati, sensibilizzando le istituzioni locali e nazionali affinché investano tutte le risorse necessarie per contribuire a proiettare nuovamente la città tra le grandi capitali europee. Ogni cittadino potrà mandare le proprie proposte su come recuperare la Galleria al fine di realizzare un progetto che possa davvero incidere sul futuro dell’area in termini di riqualificazione, rigenerazione urbana e rilancio economico. Bisogna ridare dignità ai nostri luoghi. Lo meritiamo tutti: Napoli non è solo di chi la vive, ma è un patrimonio e una vetrina per l’intera Nazione. È da qui che si riparte”.

È quanto spiega Severino Nappi, consigliere regionale e coordinatore cittadino della Lega a Napoli, rispetto all’avvio di una petizione indirizzata, tra gli altri, a Comune di Napoli, Regione Campania e Ministero della Cultura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.