NAPOLI, CASO TAMPONI GRATUITI AL COMUNE. SANTAGADA: “SUBITA AGGRESSIONE MEDIATICA”

L’assessore Vincenzo Santagada ha espresso il suo rammarico per “l’aggressione mediatica” subita in seguito alla pubblicazione sugli organi di informazione della delibera 591 sui tamponi per consiglieri comunali, personale e Giunta.

“Come testimoniato dalla propria storia personale – ha aggiunto Santagada – non può essere messo in discussione l’impegno al contrasto della povertà sanitaria e al sostegno delle fasce più deboli in tutte le funzioni pubbliche esercitate. L’obiettivo del provvedimento, chiarito pure nel Consiglio comunale del 29 dicembre scorso, era mettere in sicurezza la salute dei dipendenti pubblici per consentire il regolare svolgimento dell’attività di governo. Falsa dunque la notizia che la delibera nasca per tutelare assessori e consiglieri e quella del coinvolgimento dell’Ordine dei Farmacisti. Inoltre – ha precisato Santagada – l’adesione allo screening è su base volontaria”.

“Guardare oltre le strumentalizzazioni – ha suggerito Iris Savastano (Forza Italia) – ma destinare il provvedimento esclusivamente ai lavoratori comunali. Savastano ha proposto inoltre di attivare, con il coinvolgimento dell’assessorato alle Politiche Sociali, iniziative con le associazioni di categoria dei laboratori di analisi per calmierare il costo dei tamponi per le categorie più fragili”.

“Disporre un disciplinare che affianchi la delibera stabilendo di dare priorità alla somministrazione dei tamponi per i dipendenti comunali più a rischio”: questa la proposta di Gennaro Acampora (PD), che ha chiesto “di privilegiare le forze della polizia municipale, il personale di front-office e i dipendenti delle partecipate che effettuano servizi essenziali”.

Flavia Sorrentino (M5S) ha sostenuto che “la delibera, chiara nella forma e corretta nelle motivazioni, mira alla salvaguardia della salute pubblica e individuale dei dipendenti, per cui sarebbe controproducente modificarla”.

La presidente Saggese ha evidenziato che la delibera “è necessaria per non arrestare il lavoro della macchina amministrativa; qualsiasi tipo di modifica, in questo momento, potrebbe prestare il fianco a ulteriori strumentalizzazioni. Eventuali modifiche e precisazioni potrebbero essere inserite in una fase successiva”.

Rispondendo alle sollecitazioni dei consiglieri, Santagada si è detto disponibile a disciplinare le priorità dei beneficiari all’interno dell’avviso pubblico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.