NAPOLI, ACCORDO SICUREZZA. MOVIMENTO 7 NOVEMBRE: “NEGATA LA PIAZZA, NO A CRIMINALIZZAZIONI”

Oggi i disoccupati del Movimento 7 novembre a Torre del Greco

Per l’incontro sull’ accordo per la Sicurezza Integrata niente piazza Plebiscito per i disoccupati. Lo denuncia il Movimento di lotta 7 novembre: “tra le varie cose che prevederebbe tale Accordo, ci fu comunicato ed indicato già nel tavolo del 5 Novembre come passaggio istituzionale che avrebbe potuto aprire la strada a progetti per concepire la sicurezza della città in termini di lavoro finalizzato a soddisfare bisogni sociali soprattutto nelle aree marginali della città e non esclusivamente tramite la militarizzazione dei territori. Quindi anche dare risposte agli impegni assunti con il Movimento”.

“A seguito di una lunga discussione nella Questura di Napoli, negli uffici della Digos – continua la nota – ci è stato comunicato che Piazza Plebiscito era interdetta per la data odierna, comunicandoci che sarebbe stato per la vertenza preferibile aspettare questo passaggio per avere ulteriori informazioni circa il prosieguo degli impegni assunti nel Tavolo Interistituzionale con la nostra platea”.

Per il 7 novembre da settimane si respira “un clima ancora di più preoccupante in città che si trasforma in un escalation di criminalizzazione della lotta dei disoccupati e delle rivendicazioni sociali proprio mentre gli enti discutono di come gestire un fiume di denaro pubblico derivante dal PNRR e non solo. Facciamo appello a tutte e tutti affinché questa vertenza non venga continuamente gestita esclusivamente come problema di ordine pubblico”.

Per i disoccupati a inasprire la situazione “è chi non sta informando nei tempi e nelle modalità che erano state concordate nei tavoli svolti in precedenza alla presenza del Ministro del Lavoro, il Prefetto di Napoli, il Sindaco di Napoli, l’Assessore al Lavoro del Comune”.

Domani il Movimento sarà in piazza alle15.30 in Piazza Municipio per l’audizione con il Capogruppi del Consiglio Comunale già fissata e “chiederemo successivamente le necessarie informazioni in Prefettura e soluzioni che il movimento ha il diritto di avere”.

Intanto questa mattina una delegazione del 7 novembre era anche a Torre del Greco, perché “la nostra lotta si sta ampliando in tante città e territori: l’unica arma che abbiamo è allargare la nostra lotta e le nostre forze in campo”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.