AL NOSTOS TEATRO DI AVERSA VA IN SCENA “LIVE MARKET SHOW”: LA MERCIFICAZIONE DI OGNI COSA

Sabato 22 gennaio alle 21.00, il terzo appuntamento al Nostos Teatro è con lo spettacolo “Live Market Show” della Compagnia Bus Theater.

“Qui tutto può essere tuo” è il sottotitolo di uno spettacolo originale, satirico e provocatorio sulla mercificazione di qualunque cosa, sulla precarietà del ruolo dell’arte e sulla questione di genere.

In un momento storico dove le più semplici azioni di condivisione ci sono state negate e l’unica cosa concessa è comprare, ecco il “Live Market Show”. Da teatro viaggiante, la compagnia Bus Theatre si trasforma ‘finalmente’ in un’attività essenziale: un assurdo e brutale showroom ambulante.
Lo spettacolo dà vita dunque a un carosello di assurde proposte commerciali in cui esseri umani e oggetti, posti sullo stesso piano, saranno realmente “venduti”. Il pubblico, ricattato moralmente e nei modi più espliciti, è costretto a farsi avanti e comprare fino al momento finale.

Uno spettacolo dedicato alla brutalità del vuoto che avanza: a tratti demenziale, tragico o comico, a seconda dei punti di s-vista.

Conduce il Live Market Show Rudinovich, una sottospecie di clown tossico proprietario del carrozzone, degli artisti e degli oggetti in vendita. Machista, rozzo e attaccato ai soldi e al potere. Ad accompagnarlo un’improbabile valletta, Ivona, una sorta di bimba-minchia quasi quarantenne e plurilaureata, costretta ad assecondare le demenziali e umilianti richieste del conduttore.
La parte più visiva dello spettacolo è affidata a tre misteriosi coniglietti che, attraverso numeri di circo e di burlesque, distruggono ogni immagine stereotipata di genere.

La stagione del Nostos Teatro continua il 30 gennaio con “Promised land” di e con Andrea Battaglio e Catia Caramia. Il 6 febbraio appuntamento con la musica del cantautore Giovanni Block, l’11 torna il “Moonshine”, produzione del teatro stesso, una distillazione clandestina di parole e note, mentre il 27 è in scena “Questa splendida non belligeranza” scritto e diretto da Marco Ceccotti. A marzo, spazio a due produzioni campane con Napoli al centro: come squadra di calcio in “Cazzimma&Arraggia” di Fulvio Sacco e Napoleone Zavatto, sabato 5, come fulcro di un’opera dalla grande drammaturgia in “Napucalisse” di Mimmo Borrelli, domenica 20.

Ancora, il 27 marzo è di scena “Otello Pop Tragedy”, di e con Carlo Decio. Il 2 aprile torna Dino Lopardo in “Ion”, mentre il 29 è la volta del secondo “Moonshine”. Chiude la rassegna “Mimì e le ragazze della pallavolo. Laddove Mimì sta per Domenico” di Sara Sole Notarbartolo. La stagione del Nostos si arricchisce, per la prima volta, di approdi dedicati ai bambini con la rassegna dal titolo “Sottocoperta”, a cura de Il Teatro nel Baule. Tornano gli appuntamenti con la formazione: tra i docenti Sara Sole Notarbartolo, Marco Ceccotti, Mimmo Borrelli e Vincenzo Del Prete.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.