FINISCE LA FUGA DI ELPIDIO D’AMBRA: IN CARCERE IL 31ENNE ACCUSATO DI AVER STRANGOLATO ROSA ALFIERI

La fuga è finita: è stato accompagnato nella casa circondariale di Poggioreale, a Napoli, Elpidio D’Ambra, il 31enne accusato del femminicidio della 23enne di Grumo Nevano Rosa Alfieri.

La procura di Napoli Nord ha emesso un decreto di fermo per omicidio volontario, a cui seguirà l’udienza di convalida. Sono in corso approfondimenti per accertare le cause del delitto e le circostanze legate alla fuga dell’indagato.

Elpidio D’Ambra, dopo una fuga di 24 ore, è stato rintracciato ieri pomeriggio dai carabinieri del comando di Giugliano in Campania e dagli agenti del commissariato di pubblica sicurezza di Napoli-Bagnoli. L’uomo si trovava nell’ospedale San Paolo di Fuorigrotta, dove era arrivato per farsi curare. Avrebbe accusato un malore per aver trascorso un’intera giornata in strada dopo aver ucciso Rosa.

L’ipotesi più accreditata è che il 31enne abbia strangolato Rosa Alfieri nel suo appartamento di via Risorgimento, a Grumo Nevano, prima di far perdere le proprie tracce. A riconoscerlo due agenti della polizia di Stato di Bagnoli che si trovavano all’interno dell’ospedale, per altro servizio.

Agli inquirenti D’Ambra ha confessato il delitto ma ha negato violenze: “sentivo voci nella testa che mi dicevano di farlo”, avrebbe dichiarato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.