NAPOLI, AIDA AL TEATRO SAN CARLO: L’ABBRACCIO TRA SOPRANO UCRAINA E MEZZOSOPRANO RUSSO

La  musica unisce il mondo. E’ il messaggio che il soprano ucraino Liudmyla Monastyrska e il mezzosoprano russo Ekaterina Gubanova hanno lanciato sul palcoscenico con il loro abbraccio al termine dell’ultima replica di Aida al Teatro di San Carlo. Con questo gesto simbolico le due artiste hanno voluto rappresentare un segno di pace, aderendo all’appello del ministro della Cultura Dario Franceschini e della sua campagna digitale “La cultura unisce il mondo”.

Liudmyla Monastyrska, di 46 anni,  nata a Irkliiv, e  Ekaterina Gubanova, di 43, nata a Mosca, hanno cantato insieme interpretando Aida e Ameneris e alla fine, quando si sono abbracciate, dai palchi  in molti hanno urlato “pace”.

 Tutti gli artisti, Coro e Orchestra, Corpo di Ballo, tecnici  e i dipendenti tutti del Teatro San Carlo hanno lanciato il loro messaggio di solidarietà all’Ucraina, unendosi al lungo applauso del pubblico che commosso ha salutato la Compagnia e le protagoniste dì questa Aida, spettacolo che ha visto nei giorni scorsi anche la presenza di un’altra star della lirica internazionale russa, Anna Netrebko,che ha debuttato con Yusif Eyvazov.

“Mi sono presa qualche giorno per riflettere perché penso che la situazione sia troppo seria per commentare senza pensarci sopra. Prima di tutto: sono contraria a questa guerra. Sono russa e amo il mio Paese – ha affermato la Netrebko – Vorrei che questa guerra finisse”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.