AZIONI DI PACE CON LA RETE IP IP URRÀ: LE MANI DEI BAMBINI PIANTANO ALBERI IN 9 CITTÀ

Sono state accolte con grande partecipazione le iniziative promosse dalla rete del progetto “Ip Ip Urrà – Infanzia Prima”, selezionato dal fondo di contrasto alla povertà minorile dell’impresa sociale Con i bambini, che vedono nove città italiane, da Sud a Nord, unite in eventi partecipativi per celebrare una primavera di rinascita e di cammino verso la crescita nei pieni diritti, a partire da quelli della prima infanzia.

Capofila del progetto, l’associazione Chi rom e…chi no di Scampia, a Napoli, che assieme ai partner di Firenze, Moncalieri, Ranica, Messina, Genova e Pioltello, ha coinvolto famiglie e cittadini nella messa a dimora di nuovi alberi, letture, workshop e attività all’aperto.

Sono in programma ulteriori iniziative a Lecce, dove mercoledì 23 marzo l’associazione culturale Fermenti Lattici, nell’ambito del laboratorio “Fiori”, pianterà un albero nel giardino della biblioteca comunale L’Acchiappalibri, e realizzerà una mappa tattile della natura circostante, proponendo letture a tema. Ancora il 23 marzo, a Roma, alle ore 11.00 presso il Polo ex Fienile di Tor Bella Monaca, nell’ambito dell’azione “Fuorigioco”, dopo la lettura dell’albo illustrato “Avrò cura di te” di Maria Loretta Giraldo, sarà piantato un albero di melograno con il coinvolgimento di mamme e bambini. 

Appuntamento anche a Moncalieri, dove sabato 26 marzo, dalle 10.00 alle 12.00, presso il Parco delle Vallere, con una passeggiata pedadogica dedicata ai genitori di bambini fino ai 5 anni, con attività outdoor a loro dedicate. La mattinata si concluderà con una colazione al parco e un laboratorio per festeggiare l’arrivo della primavera. Ancora, domenica 27 marzo si terrà una gita al Parco delle Meraviglie di Sant’Ambrogio, parco sensoriale situato ai piedi della Val Susa, realizzata nell’ambito del progetto Cultura del Sospeso. 

Barbara Pierro, dell’associazione Chi rom e…chi no, dichiara: “La guerra in ogni dove e in ogni tempo è un abominio dalle terribili conseguenze, non sempre e chiaramente misurabili. Di fronte a quanto accade abbiamo ritenuto importante prendere una posizione in nome della solidarietà tra i popoli, costruendo ponti di accoglienza a favore di tante mamme e bambinə in arrivo dall’Ucraina affinché con ‘Ip Ip Urrà’ possiamo essere un humus per tanti semi di speranza che non dobbiamo smarrire in questi tempi così difficili. ‘Ip Ip Urrà’ è un progetto nazionale che si sviluppa in 10 regioni italiane, coinvolgendo oltre 22 tra enti e organizzazioni con l’associazione Chi rom e…chi no in qualità di soggetto responsabile. Il progetto lavora alla creazione di spazi in cui i bambini e le bambine possano attivare e nutrire aspirazioni e desideri, gli adulti trasformare il talento nascosto in valore da mettere a frutto nel proprio percorso di vita, sperimentando il fare con e per gli altri. Sviluppa processi di crescita, partecipazione e reciproca solidarietà tra le famiglie. Mette al centro di tutte le strategie l’informalità, il gioco, i talenti e la cultura del sospeso, partendo dalla potenza degli incontri e del lavoro di rete. Giocare all’aria aperta e negli spazi pubblici, fare insieme genitori e figli, partecipare a eventi culturali e opportunità educative a cui avvicinarsi liberamente e gratuitamente, nei parchi, nelle piazze, nelle nostre periferie, per riscoprire la forza educativa della famiglia, favorendo un atteggiamento di ricerca e di riflessione sul ruolo genitoriale e di adulti consapevoli, scoprendo la bellezza dell’agire collettivo, con un progetto unico, indirizzato al bene comune (cofinanziamento comunitario, reciprocità e cultura del dono)”.

Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. www.conibambini.org.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.