NAPOLI, LET’S DO IT! PER L’UCRAINA: 15 MEZZI CON BENI INVIATI AL FRONTE E TRE FAMIGLIE ACCOLTE

Let’s do It! Italy si è mobilitata sin dal primo giorno del conflitto in aiuto del popolo ucraino per affermare la sovranità e la libertà del Paese. Sia attraverso una raccolta fondi, che di materiali (https://www.letsdoititaly.org/2022/02/26/uniti-per-il-popolo-ucraino-lets-do-it/).

I leader europei di Let’s do It! sono impegnati, con il coinvolgimento di tutta la rete organizzativa e di volontariato, nella raccolta di informazioni, nell’organizzazione di una raccolta economica e di forniture per contribuire ed aiutare le organizzazioni umanitarie internazionali già impegnate.

Ad oggi sono 15 i mezzi partiti dall’Italia con beni di prima necessità (soprattutto medicinali). Altri dovrebbero partire nei prossimi giorni, anche grazie al contributo di privati ed altre organizzazioni della rete italiana di Let’s do It! I contributi inviati vengono gestiti dai volontari di Let’s do It! Ukraine presenti sul territorio.

Un sistema ormai rodato, in contatto anche con alcuni esponenti del governo ucraino, come la viceministro alle Politiche giovanili e allo Sport, Marina Popatenko, che ha manifestato sui social (https://www.facebook.com/LetsDoItItaly/posts/5642867909063307) il ringraziamento per il nostro impegno.

Contestualmente, Let’s do It! Italy ha attivato un sistema di accoglienza dei cittadini ucraini in fuga dal Paese. Si tratta principalmente di donne e bambini, in quanto gli uomini sono costretti a restare in Ucraina per combattere. Ad oggi sono tre i nuclei familiari accolti. Tra questi la presidente di Let’s do It! Ukraine, Iuliia Markhel, che da Milano sta coordinando con noi, e con VitaUkr Italia, l’invio di aiuti. Altre due nuclei sono stati accolti a Napoli.

In totale, ad oggi sono sette le persone accolte dall’associazione. Nei prossimi giorni e nelle prossime settimane puntiamo a raggiungere almeno 50 posti letti, che sono ad oggi quelli che abbiamo a disposizione in diverse città italiane. Per accedere al sistema di accoglienza invitiamo i cittadini ucraini o le organizzazioni che li accompagnano in Italia a scriverci a italy@letsdoiitaly.org. A Napoli abbiamo anche la possibilità di interagire direttamente con i profughi in lingua, grazie al contributo di alcuni volontari e dei mediatori dell’Anolf Cisl Napoli. A Milano possiamo farlo grazie ai traduttori di VitaUkr Italia.

«Quello che stiamo vivendo in questa fase è un momento tragico per la storia dell’umanità e dell’Europa in particolare. Data la nostra collaborazione storica con i volontari di Let’s do It! Ukraine è stato per noi naturale attivare questa macchina dei soccorsi. Per fare di più abbiamo bisogno però anche della generosità delle persone, che stanno già contribuendo in maniera importante alla nostra campagna. Siamo fiduciosi che assieme, potremo dare un importante sostegno a quanti stiamo accogliendo e a quanti, in Ucraina, stanno supportando le persone costrette a restare nel Paese». A dichiararlo il presidente di Let’s Do It! Italy, Vincenzo Capasso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.