A CASORIA SI APRONO LE PORTE DI UN BENE CONFISCATO ALLA CAMORRA PER I PROFUGHI UCRAINI

Il Comune di Casoria, facendo seguito alla richiesta della Prefettura, ha individuato e adibito un immobile confiscato alla camorra come luogo per l’accoglienza dei profughi ucraini. Nella giornata di ieri, grazie al lavoro delle diverse componenti dell’amministrazione, dell’ASL, della Protezione Civile e dei Servizi Sociali, nonché al fondamentale contributo delle associazioni e dei privati cittadini di Casoria, è stato consegnato questo immobile ad un gruppo di profughi ucraini.

“Un lavoro, coronamento di un interesse e di una capacità di fare rete tra le varie componenti della società civile casoriana, che ha permesso in tempi brevissimi di poter ospitare un gruppo di donne ucraine con i loro figli. Una sistemazione che, nei prossimi giorni, sarà seguita da tutte le altre procedure necessarie per garantire la giusta accoglienza e i giusti diritti a queste persone costrette a fuggire dalle vicende belliche che stanno sconvolgendo l’Ucraina”, scrive in una nota l’Amministrazione comunale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.