NAPOLI, IL CAPO DELLA POLIZIA GIANNINI: “BABY GANG CONSEGUENZA DEL LOCKDOWN, SERVE SFORZO DI TUTTI”

Il capo della polizia Lamberto Giannini

“Temo che questi episodi siano anche una conseguenza di questo periodo particolarmente difficile che ha segnato tutti, un periodo di chiusure, dello stare a casa, di mancanza di comunicazione, un periodo di aperture con freni che certe volte sembra che si perda un po’ il senso della misura”.

Lo ha spiegato a Napoli il capo della polizia Lamberto Giannini, interpellato dai cronisti, a margine di una iniziativa organizzata a palazzo Salerno per il trentennale della Dia, su episodi avvenuti in città legati a baby gang che coinvolgono giovanissimi anche non legati a contesti criminali.

“Sono episodi che vanno letti uno per uno, vanno letti in diversi contesti territoriali, perché vengono da diversi contesti sociali. Però – ha osservato – hanno bisogno dell’attenzione e di uno sforzo di tutti, non solo delle forze dell’ordine”.

“Stiamo molto lavorando su queste tragedie terribili che poi – ha ricordato Giannini – riguardano le vittime, perché vengono spezzate delle vite, ma anche quei ragazzini magari inconsapevoli che fanno un gesto terribile che li segnerà per tutta la vita. Bisogna lavorare sia in termini di prevenzione che di controllo del territorio. Io penso che tutte le forze debbano fare sistema, a partire dalla famiglia e dalla scuola”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.